rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Politica

Protesta anti burqa: Santanché condannata al carcere

La parlamentare di Forza Italia è stata condannata a quattro giorni di arresto e cento euro di ammenda per avere organizzato una manifestazione anti burqa senza autorizzazione. La pena è stata convertita in ammenda

MILANO - Brutte notizie per la pitonessa d'Italia, al secolo Daniela Santanchè. La parlamentare Forza Italia, processata a Milano per avere organizzato senza autorizzazione una protesta anti burqa il 20 settembre 2009 a Milano, è stata condannata a quattro giorni di arresto e cento euro di ammenda convertiti in 1100 euro di ammenda. 

I giudici del Tribunale di Milano hanno condannato a 2500 euro di multa anche l'egiziano che aggredì la Santanché durante una lite nel corso della manifestazione costringendo la deputata a recarsi al pronto soccorso del Fatebenefratelli.   

A favore della Santanché, presentatasi come parte civile, il giudice ha disposto un risarcimento di diecimila euro che dovrà versarle l'aggressore

Per la "forzista", il pm aveva chiesto un mese di carcere e cento euro di multa riconoscendo le attenuanti generiche alla Santanchè per il suo corretto comportamento processuale, anche perché "si è fatta interrogare", e per la sua incensuratezza.

"Non ce l'ho con queste povere donne ma con chi le manda e le soggioga. Il burqa è un'umiliazione per le donne" si era difesa Daniela Santanché alla manifestazione. Una difesa che, evidentemente, non è bastata. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesta anti burqa: Santanché condannata al carcere

Today è in caricamento