Venerdì, 30 Luglio 2021
In Aula

La battaglia sul ddl Zan al Senato

Pioggia di emendamenti: oltre mille, soprattutto dalla Lega. "Altro che volontà di dialogo e mediazione. Salvini sui diritti conferma di avere la stessa linea di Oban", dice il dem Alessandro Zan

Una persona osserva un'installazione con i toni arcobaleno del Pride per celebrare la comunità Lgbtqi, realizzata da Zalando, la piattaforma online di moda e lifestyle, in collaborazioni con attivisti e artisti multidisciplinari, esposta in piazza Gae Aulenti, Milano, 25 giugno 2021. ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

Sono oltre mille gli emendamenti presentati questa mattina al ddl Zan allo scadere del termine fissato alle 12, prima dell'inizio della discussione a partire dalle 16:30. Solo dalla Lega ne sono arrivati 672, a cui si aggiungono circa altri 20 presentati dal vicepresidente del Senato, Roberto Calderoli e circa 80 da Paola Binetti dell'Ucd. Quattro le richieste di modifica presentate da Italia Viva, due a firma del capogruppo Davide Faraone con il collega Giuseppe Cucca e due dello stesso Cucca con il socialista Riccardo Nencini. 134 arrivano da Forza Italia, altri dalle Autonomie e dal Gruppo Misto. 

"I 700 emendamenti presentati dalla Lega al ddl sono il chiaro tentativo di affossare la legge. Altro che volontà di dialogo e mediazione. Salvini sui diritti conferma di avere la stessa linea di Orbán", ha commentato il deputato dem Alessandro Zan, "padre" del disegno di legge. "Se si dialoga, la Lega è pronta a ritirare gran parte degli emendamenti presentati al Ddl Zan. Se invece il Pd continuerà a volere lo scontro, affosserà la legge e la tutela dei diritti di migliaia di persone", è la posizione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato. Le proposte riguardano per lo più la modifica degli articoli 1, 4 e 7: i più contestati.

Si profila intanto la possibilità di uno slittamento dell'esame del ddl Zan da parte dell'Aula del Senato a settembre, vista l'imponente mole di emendamenti presentati ma anche alla luce del fatto che sono in arrivo diversi decreti "che avranno la precedenza" prima della pausa estiva, come aveva già anticipato nei giorni scorsi Simona Malpezzi del Pd.  

La diretta dell'Aula del Senato sul ddl Zan

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La battaglia sul ddl Zan al Senato

Today è in caricamento