rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Politica

Perché De Luca ha querelato Di Maio

Il governatore all'attacco dopo il botta e risposta su Facebook: "Invito Di Maio, membro autorevole della casta a 15mila euro al mese, a rinunciare all’immunità parlamentare"

Finirà in tribunale la querelle tra Vincenzo De Luca e Luigi Di Maio. Il governatore della regione Campania ha deciso di querelare il candidato premier del M5s dopo il botta e risposta seguito alla video inchiesta di Fanpage. "Ho dato mandato ai miei legali di querelare Luigi Di Maio per le dichiarazioni rilasciate ieri e nei giorni scorsi" scrive su Facebook Vincenzo De Luca che poi provoca così l’esponente pentastellato. "Invito Di Maio, membro autorevole della casta a 15mila euro al mese, a rinunciare all’immunità parlamentare. Gli rinnoveremo la richiesta ogni giorno fino alle elezioni".

Di Maio vs De Luca: le parole dell'esponente M5s

La miccia era stata accesa dalle parole pronunciate dall’esponente del M5s a proposito dell’inchiesta Sma che vede tra gli indagati proprio il figlio di De Luca, Roberto, che dopo la buriana ha deciso di rimettere il mandato da assessore al bilancio del Comune di Salerno. "Voglio farvi vedere il volto degli assassini politici della mia gente. Quando saremo al Governo inaspriremo la legge Severino che è troppo timida per i criminali politici", le parole di Di Maio in comizio a Genova. Sullo schermo, scorrevano le immagini della videoinchiesta di Fanpage, con Roberto De Luca inquadrato.

Il botta e risposta via social

"Hanno beccato il figlio di De Luca che dava indicazioni per una tangente del 15% su un appalto da far vincere agli amici degli amici". E ancora: "L'inquinamento nella terra dei fuochi esiste per colpa dei politici del Pd e di FI che fanno affari con la criminalità organizzata".

Seppure non sia personalmente indagato, Vincenzo De Luca nei giorni scorsi ha commentato con parole al vetriolo l’inchiesta di Fanpage. Pur senza nominare mai la testata De Luca ha parlato di una "operazione camorristica e squadristica. Stiamo cacciando la camorra dalla gestione dei rifiuti in Campania e questa è la risposta”. E ancora: "Vi faremo ringoiare tutto" ha detto il governatore in un video di 10 minuti postato su Facebook.

"Minacce assolutamente intollerabili", la replica di Di Maio su Facebook. "Cosa vuol far ringoiare? La valigetta piena di soldi?" dice l’esponente grillino riferendosi ad uno dei momenti chiave dell’inchiesta di Fanpage. De Luca secondo "Di Maio deve dimettersi immediatamente. Mi aspetto che Renzi e Gentiloni prendano subito le distanze".

di maio de luca-2

E oggi il candidato premier M5s è tornato all'attacco sull'inchiesta Sma, postando sempre su Facebook il terzo video del reportage di Fanpage: "È allucinante. Sembra di vedere 'Gomorra', ma a differenza della serie qui devono vincere i buoni!", scrive Di Maio. "Tra poco farò un video dove vi racconto tutto quello che sto provando in questo momento. Non devono passarla liscia!".

Di Maio-12-2

"In Gomorra i camorristi fanno paura - dice Di Maio nel filmato - questi partiti invece si comportano peggio dei camorristi, perchè la camorra fa il suo sporco lavoro e i partiti li incontrano".

Il governatore campano però non è tipo da farsi da parte. Si sente in trincea, ma è pronto al contrattacco. "Campania a testa alta. Una nuova Resistenza", scrive su Fb postando "The partisan" di Leonard Cohen.

Intanto il presidente della Sma, la società regionale per l'ambiente che si occupa dello smaltimento dei fanghi dei depuratori, Biagio Iacolare, ha fatto sapere tramite il suo avvocato di aver rassegnato le dimissioni. 

Vincenzo De Luca e l'inchiesta rifiuti, il video su Facebook

Video dalla pagina Fb di Vincenzo De Luca

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché De Luca ha querelato Di Maio

Today è in caricamento