rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Politica

Decadenza di Berlusconi da senatore, habemus datam: il 27 novembre

La decisione è stata presa a maggioranza dalla conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama. Intanto risuonano le parole del Cavaliere nell'ultimo libro di Vespa: "Napolitano è ancora in tempo per darmi la grazia"

Il voto sulla decadenza da senatore di Silvio Berlusconi si terrà nell'aula del Senato il 27 novembre. La decisione è stata presa a maggioranza dalla conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama.

Di riflesso, l'ex presidente del Consiglio ha ribadito la sua speranza di ricevere la grazia da parte del presidente della Repubblica. Parlando a Bruno Vespa per il libro Sale, zucchero e caffè che sarà in vendita da venerdì 8 novembre, l'ex premier ha attaccato: "Mi dicono che per avere la grazia bisogna aver iniziato a scontare la pena. Dunque, sarebbe ancora in tempo".

Nel suo libro, Vespa scrive che non è stata presentata finora alcuna domanda da parte di Berlusconi, della sua famiglia e dei suoi avvocati. Napolitano ricevette riservatamente il 9 agosto Gianni Letta e Franco Coppi, difensore del Cavaliere, per un sondaggio discreto sulla possibilità della grazia. 

"Essi - si legge ancora nel comunicato diffuso dal giornalista e conduttore televisivo - interpretarono positivamente in questo senso un passaggio del messaggio di Napolitano del 13 agosto". Poi, scrive Vespa, "il capo dello Stato si sarebbe irrigidito per le dimissioni in massa dei parlamentari di Forza Italia (poi revocate) e da allora non si è più parlato di grazia".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decadenza di Berlusconi da senatore, habemus datam: il 27 novembre

Today è in caricamento