rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Nuove regole

Decreto Sicurezza, nel cdm di oggi il pacchetto sull'immigrazione

Il Consiglio dei ministri si riunirà alle 18: sul tavolo le norme sui migranti e le nuove regole per i salvataggi delle ong. Slittano alla prossima settimana i provvedimenti sulla violenza di genere e le baby gang

Nel pomeriggio di oggi, mercoledì 28 dicembre, è stata convocata per le ore 18 a Palazzo Chigi, una nuova riunione del Consiglio dei ministri. L'argomento principale dovrebbe esssere il nuovo decreto sull'immigrazione, ieri sul tavolo dei tecnici del Viminale, contenente nuove norme sulle ong e sulle procedure per le richieste di asilo, ma sono ancora diversi gli aspetti in fase di valutazione. L’ipotesi più probabile è che il provvedimento approdi oggi in consiglio dei ministri ma non è ancora chiaro se conterrà anche altre norme relative tra l’altro al cyberbullismo, alla violenza di genere e alle baby gang.

Sul tavolo del Cdm odierno potrebbe approdare anche una misura 'tampone', probabilmente un decreto, con un prestito ponte destinato all'ex Ilva di Taranto, per permettere all’azienda di far fronte alla crisi di liquidità e ridurre la sua pesante esposizione debitoria verso i principali fornitori. Non è ancora certo che il dl arriverà già oggi, ma rumors sostengono che al ministero delle Imprese e del Made in Italy capitanato da Adolfo Urso si stia lavorando per chiudere oggi il decreto. Inoltre, durante il Cdm di oggi, il ministro della Salute Orazio Schillaci farà un aggiornamento sulla nuova ondata di contagi Covid che sta travolgendo la Cina: "Stiamo valutando la possibilità di disporre il tamponamento obbligatorio per tutti i passeggeri provenienti dalla Cina. La sorveglianza e la prevenzione, attraverso il sequenziamento, sono fondamentali per individuare con tempestività eventuali nuove varianti che possano destare preoccupazione e che, al momento, non risultano in circolazione in Italia".

Migranti e ong, le nuove regole

Nei giorni scorsi il ministro dell'Interno Matteo Piantedosi aveva annunciato un "nuovo codice di condotta per le ong" e "sanzioni più efficaci rispetto a quelle vigenti, che sono state depotenziate dal legislatore al punto che basta la visita di un medico a bordo per annullare l'azione del Governo". Secondo le ultime indiscrezioni, il Viminale sta lavorando sull'ipotesi di concedere alle organizzazioni un unico salvataggio, informando immediatamente le autorità e chiedendo l'approdo in un porto sicuro. Per rendere effettiva questa disposizione sarebbero anche vietati i trasbordi tra un'imbarcazione e l'altra. Ai migranti a bordo dovrà poi essere chiesto se intendano presentare domanda di protezione internazionale, affinché sia il Paese di bandiera della nave a farsene carico. Il provvedimento dovrebbe prevedere delle sanzioni graduali, che vanno dalla sospensione per 20 giorni alla confisca della nave, fino multe salatissime da 50mila euro.

Violenza di genere e baby gang

Con il poco tempo a disposizione, rischiano di slittare alla prossima settimana le decisioni sulla violenza di genere. Le ministre Marta Cartabia e Luciana Lamorgese, durante la passata legislatura, avevano iniziato un cammino verso un nuovo pacchetto di norme, che prevedeva tra le altre cose l'arresto obbligatorio in alcuni casi anche senza la flagranza, il carcere per chi manomette il braccialetto elettronico e l'ampliamento dello strumento dell'ammonimento del questore per gli stalker. Il governo intende introdurre pene più severe per chi non rispetta i provvedimenti e una ulteriore stretta sulle misure mirate a prevenire gli episodi di violenza, come ad esempio il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima in questione.

Tra le ipotesi sul tavolo anche il daspo per i minorenni, per arginare le baby gang: il provvedimento impedirebbe di frequentare alcune aree, locali pubblici e zone della movida. Si valuta anche il divieto di utilizzo dello smartphone, considerando che spesso sono proprio sulle chat e sui social che il "branco" organizza le proprie azioni. Anche questi provvedimenti, come quelli sulla violenza di genere, rischiano però di dover attendere la prossima settimana per approdare al Cdm.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decreto Sicurezza, nel cdm di oggi il pacchetto sull'immigrazione

Today è in caricamento