rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

Di Battista (Cinque Stelle): "Terrorismo purtroppo è unica arma per i ribelli"

"Nell'era dei droni e del totale squilibrio degli armamenti il terrorismo, purtroppo, è la sola arma violenta rimasta a chi si ribella. È triste ma è una realtà". Le parole del deputato M5S Alessandro Di Battista scatenano le polemiche

"Dovremmo smetterla di considerare il terrorista un soggetto disumano con il quale nemmeno intavolare una discussione. Questo è un punto complesso ma decisivo. Nell'era dei droni e del totale squilibrio degli armamenti il terrorismo, purtroppo, è la sola arma violenta rimasta a chi si ribella. È triste ma è una realtà". È quanto scrive il deputato M5S Alessandro Di Battista, in un lungo post pubblicato sul blog di Beppe Grillo, dal titolo "Isis: che fare?", che analizza la situazione in Iraq.

"Se a bombardare il mio villaggio è un aereo telecomandato a distanza io ho una sola strada per difendermi a parte le tecniche nonviolente che sono le migliori: caricarmi di esplosivo e farmi saltare in aria in una metropolitana. Non sto ne giustificando nè approvando, lungi da me - sottolinea Di Battista -. Sto provando a capire. Per la sua natura di soggetto che risponde ad un'azione violenta subita il terrorista non lo sconfiggi mandando più droni, ma elevandolo ad interlocutore. Compito difficile ma necessario, altrimenti non si farà altro che far crescere il fenomeno". Per l'esponente del Movimento 5 Stelle "occorrè' poi "legare indissolubilmente il terrorismo all'ingiustizia sociale. Il fatto che in Africa nera la prima causa di morte per i bambini sotto i 5 anni sia la diarrea ha qualcosa a che fare con l'insicurezza mondiale o con il terrorismo di Boko Haram? Il fatto che Gaza sia un lager ha a che fare con la scelta della lotta armata da parte di Hamas?".

"L'Italia - rimarca Di Battista - dovrebbe cominciare a pensare alla costruzione di una società post-petrolifera. Il petrolio è la causa della stragrande maggioranza delle morti del XX e XXI secolo. Costruire una società post-petrolifera richiederà 40 anni forse ma prima cominci prima finisci. Non devi aspettare che il petrolio finisca. Come disse Beppe Grillo in uno dei suoi spettacoli illuminanti: "L'energia è la civiltà. Lasciarla in mano ai piromani/petrolieri è criminale. Perchè aspettare che finisca il petrolio? L'età della pietra non è mica finita per mancanza di pietre".

REPLICHE -  "Sbagli Di Battista, il terrorista è disumano e mettere bombe nelle metropolitane uccidendo bambini, uomini e donne è schifoso come lo sono le bombe, per nulla intelligenti, dei droni che uccidono bambini, uomini e donne nei villaggi che vanno del medio oriente e non solò'. Lo dichiara in una nota il coportavoce nazionale dei Verdi, Angelo Bonelli, rispondendo al post del deputato del M5S sulla crisi in Iraq.

 "Esiste un limite a ogni cosa e oggi Di Battista, al di la della lettura del tutto inadeguata e confusa su quanto sta avvenendo in Iraq, lo ha superato, arrivando a dare copertura morale ad atti di terrorismo. Dalle teorie semi serie sul mancato allunaggio, ai microchip sottopelle, il pantheon grillino era alimentato da uno stupidario quasi divertente. Ora si fa un salto inaccettabile, pericoloso e ambiguo". Lo dichiara in una nota Ernesto Carbone, parlamentare del Pd.

"Giustificare il terrorismo è un gesto di ignoranza che ferisce la comunità occidentale. Mi auguro che dai Cinque stelle arrivi presto una smentita netta. Contro il terrorismo non ha senso dividersi, così come è dannoso creare inutili strumentalizzazioni'. Lo afferma il vicesegretario vicario Udc Antonio De Poli, commentando le affermazioni del deputato Cinque Stelle Alessandro Di Battista.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Battista (Cinque Stelle): "Terrorismo purtroppo è unica arma per i ribelli"

Today è in caricamento