rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023

Di Maio: "M5s può governare con il 40% dei voti"

Il Movimento 5 stelle punta al premio di maggioranza "implicito". Lo spiega il vicepresidente della Camera: "Speriamo che si vada a votare il prima possibile a settembre per arrivare al 31 dicembre con una legge di bilancio valida"

A montecitorio si "litiga" sui tempi per l'approvazione della legge elettorale dopo il preaccordo tra Pd e 5 Stelle. Il deputato pentastellato intercettato al termine del convegno sulla Giustizia promosso alla Camera proprio dal movimento 5 stelle vuole andare alle urne quanto prima ma non tutti sono daccordo. 

"La riforma della legge elettorale in aula alla Camera lunedì 5 giugno come da calendario della conferenza dei capigruppo". Questa la posizione di Pd, M5s, Fi e Lega durante l’ufficio di presidenza della commissione Affari costituzionali alla Camera che si è riunito oggi. Per i partiti che hanno siglato l’accordo sul sistema tedesco, infatti, il fatto che il nuovo testo del relatore Emanuele Fiano (Pd) arrivi soltanto stasera alle 19 non cambia il timing: lavorando a ritmi serrati nei prossimi giorni, compreso venerdì 2 Festa della Repubblica, si può arrivare all’ok entro sabato.

Protestano gli altri. “Stasera ci sarà un testo completamente nuovo – ha detto Alfredo D’Attorre (Mdp) – ribadiamo la disponibilità al dialogo costruttivo ma chiediamo di rinviare l’approdo in aula a lunedì 12 anche perché nella settimana elettorale l’aula tradizionalmente fa una pausa. Peraltro il rinvio di sette giorni consentirebbe tranquillamente di rispettare l’iter previsto dalla capigruppo di approvare entro giugno il testo, e se l’accordo è largo anche prima. Questa fretta rischia di mettere in discussione la possibilità di un’intesa più larga”.
 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Di Maio: "M5s può governare con il 40% dei voti"

Today è in caricamento