rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Messaggi minatori

Le minacce di morte a Di Maio: "Putin, fallo ammazzare"

Il ministro degli Esteri preso di mira da alcuni utenti sui social

"Putin, manda qualcuno ad ammazzarlo". È solo una delle tante minacce di morte contro il ministro degli Esteri Luigi Di Maio pubblicate da alcuni utenti online su Telegram e su vari social. "Ti faranno fuori", "Crepa bastardo" e "Di Maio con una spranga nel cervello", scrivono ancora contro il capo della Farnesina alcuni utenti che nella loro foto del profilo hanno la lettera Z, simbolo di chi appoggia la Russia per l'invasione dell'Ucraina.

Di Maio minacciato di morte su Telegram

Nei commenti contro Di Maio vengono rilanciati anche i post pubblicati sul suo profilo social dal ministro e diversi articoli di giornale. "Prelevarlo e spedirlo nei gulag", "uccidetelo", "impiccati terrone" sono altri messaggi che si leggono sui social contro il titolare della Farnesina. Dall'inizio della guerra, Luigi Di Maio ha preso posizioni nette di condanna contro la guerra di Putin in Ucraina. A Di Maio è arrivata subito la solidarietà di Giuseppe Conte: "Il ministro Di Maio è nuovamente oggetto di minacce di morte da parte di fanatici, di folli che si alimentano del clima di odio e orrore che la guerra porta con sé. Non basta però la semplice solidarietà: questi codardi vanno perseguiti e assicurati alla giustizia. Al ministro Di Maio il mio sostegno e quello di tutto il Movimento 5 stelle: non ci faremo intimidire".

Proprio oggi il ministro ha aperto alla possibilità di sanzioni totali sul gas russo. "Continueremo a lavorare in sede europea per reagire con fermezza rispetto a ciò che la Russia, e in particolare Putin, sta portando avanti in Ucraina - ha spiegato -. All'Ue chiediamo anche di accelerare le iniziative per tutelare famiglie e imprese. È importante che venga stabilito il prima possibile un tetto massimo al prezzo del gas, a maggior ragione se viene bloccato l'import dalla Russia. E serve un fondo compensativo per le famiglie e imprese europee che stanno pagando il costo di questa guerra". "L'Ue - ha concluso Di Maio - deve infine reagire con forza e fermezza il prima possibile con un quinto pacchetto sanzionatorio, soprattutto dopo i fatti di Bucha".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le minacce di morte a Di Maio: "Putin, fallo ammazzare"

Today è in caricamento