Venerdì, 5 Marzo 2021
Nessun mistero

Cos'è questa storia degli incontri tra Renzi e Draghi a Città della Pieve

A chi gli chiede se abbia incontrato il premier incaricato a dicembre prima di dare il là alla caduta del Conte 2, il senatore semplice di Scandicci risponde con un secco no. L'unico faccia a faccia tra i due nel buen retiro umbro risale al 2014. Altri tempi: era reduce dal trionfo alle europee. Oggi assicura: "Lunedì o martedì la fiction della crisi finisce"

Che Matteo Renzi stimi enormemente Mario Draghi è un dato di fatto. Che abbia avuto un ruolo decisivo nella caduta del governo dimissionario di Giuseppe Conte (ancora al lavoro per il disbrigo degli affari correnti) è fuor di dubbio. Ma che il senatore semplice di Scandicci abbia avuto un peso specifico importante anche nella nascita del nuovo esecutivo a guida Mario Draghi è tutto da vedere. "Io non sono stato a dicembre a Città  delle Pieve" ha detto ieri Renzi a Stasera Italia su Rete4, a chi gli chiedeva se avesse incontrato Mario Draghi a dicembre prima di aprire la crisi del Conte 2.

Nessun incontro tra Renzi e Draghi a dicembre 2020

Procediamo con ordine. Sui social in queste ore è stato rilanciato da più parti un articolo pubblicato da UmbriaLeft a inizio gennaio. Letto oggi pare quasi profetico, o quantomeno getta una luce nuova sullo scenario politico odierno. Era il 3 gennaio. "Per chi lavora Renzi?  - si legge in un articolo scritto in quella data - E’una domanda che si sono posti in tanti. Ora sembra che il bandolo della matassa si stia cominciando a sciogliere. Dicono che sia in corso una specie di consultazione “non autorizzata” in una casa di Città della Pieve. Una bellissima casa nella quale c’è da un po' di tempo, un  gran via vai di Politici ed esponenti di partito. La casa sarebbe quella di Mario Draghi della quale, in queste ultime settimane, l’ex Presidente del Consiglio, sì quello che abita a Rignano, sarebbe il più assiduo frequentatore. Ora non sappiamo cosa stia accadendo lì dentro, ma siamo sicuri degli incontri, perché quella è gente conosciuta e non  può sfuggire agli occhi di chi vive da quelle parti. E questa è gente che non si incontra per caso".

La smentita di Renzi su eventuali incontri con Draghi al di fuori dei luoghi istituzionali è da registrare. In passato i due, nessun mistero, si erano incontrati a Città della Pieve. Erano normali, forse persino doverose, interlocuzioni tra l'allora Presidente della Banca centrale europea e l'allora Presidente del Consiglio.

L'incontro del 2014 a Città della Pieve tra Renzi e Draghi

"Sì, ho visto ieri Draghi, lo vedo spesso" raccontava Renzi in conferenza stampa mercoledì 13 agosto 2014 al cantiere di Expo Milano 2015; all'epoca si scrisse che l'incontro doveva rimanere segreto. La notizia dai giornali locali ci mise poco per arrivare sui siti web di tutte le testate, nonostante la riservatezza che si cercò di mantenere. In elicottero l’allora presidente del consiglio Renzi atterrò in Umbria per una visita-lampo (due ore di faccia a faccia, si scrisse all'epoca) all’ex presidente della Bce. Niente auto blu o scorte.  A Città della Pieve c'è la tenuta di Draghi dove il premier incaricato ama passare il tempo libero quando possibile, e dove si è recato anche negli scorsi giorni, tra un giro di consultazioni e l'altro, per limare il suo programma di governo. Nessun incontro recente top secret sotto l’albero di Natale tra i due. 

L’ultimo meeting non ufficiale confermato risale quindi ad anni fa, in quella estate 2014 nella quale l’allora premier Renzi era reduce dal voto plebiscitario raccolto alle Europee. La vittoria del Partito Democratico, guidato dal presidente del Consiglio dei ministri, fu epocale: i dem conseguirono il 40,81% dei voti, il miglior risultato in percentuale mai ottenuto dal partito. Altri tempi. Il presente è il nuovo governo Draghi che si va delineando, col pieno sostegno di tutta la pattuglia di deputati e senatori di Italia Viva. "Quando la fiducia a Draghi? la prossima settimana. Lunedì o martedì la fiction crisi di governo dovrebbe essere finita" assicura. "The best, the best, the best". Matteo Renzi lo ha scandito per tre volte, in inglese, in un’intervista alla Cnbc di recente: "Mario Draghi è la persona migliore per ricoprire l’incarico di presidente del Consiglio in Italia". Il leader di Italia viva in collegamento con l’emittente Usa ha assicurato: "Con lui l’Italia è in buone mani".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cos'è questa storia degli incontri tra Renzi e Draghi a Città della Pieve

Today è in caricamento