rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Politica Stati Uniti d'America

Elezioni Usa 2016, come si elegge il nuovo Presidente

L'8 novembre gli Stati Uniti dovranno scegliere tra Hillary Clinton e Donald Trump: a pesare sul voto del nuovo inquilino della Casa Bianca saranno otto Stati (più uno). La guida al voto americano

Come si vota il presidente degli Stati Uniti? A che ora si saprà il vincitore delle elezioni americane? Come si calcola il vincitore delle elezioni Usa? Sono tante le domande che a ogni tornata elettorale per la corsa alla Casa Bianca tornano ciclicamente. Il motivo è semplice. Le elezioni americane sono a dir poco complicate. Tante, troppe le caselle da riempire per spiegare come funziona il voto negli Stati Uniti. Proviamo a fare chiarezza sulla sfida tra Hillary Clinton e Donald Trump.

Come si vota il presidente degli Stati Uniti - Quest'anno l'election day cadrà l'8 novembre: la regola prevede che le elezioni si tengano il martedì successivo al primo lunedì di novembre. Formalmente l'8 novembre non si eleggerà il nuovo Presidente degli Stati Uniti ma i membri dell'Electoral College, i cosiddetti Grandi Elettori, un'assemblea di 538 membri che in seguito -  il lunedì dopo il secondo martedì di dicembre - nomineranno il Presidente.

ELEZIONI USA, RISULTATI IN DIRETTA

Come vengono scelti i Grandi Elettori - Sono 538 i Grandi Elettori che compongono l'Electoral College che nominerà il Presidente degli Stati Uniti: ogni singolo Stato è chiamato a eleggere un numero di Grandi Elettori pari al numero di senatori e di deputati a cui quello Stato ha diritto. Ogni Stato elegge due senatori, mentre i deputati vengono assegnati in maniera proporzionale al numero degli abitanti. Eccezione alla regola è il Discrict of Columbia, la "regione" di Washington, la Capitale, che elegge 3 Grandi Elettori. Per diventare presidenti bisogna ottenere almeno la metà più uno dei Grandi Elettori, quindi 270. In caso di parità (269 Grandi Elettori a testa) la decisione sarà effettuata dalla Camera dei rappresentanti.

Come si "dividono" i Grandi Elettori - Il sistema elettorale statunitense è basato sul sistema maggioritario. Pertanto il candidato presidente che ha più voti prenderà tutti i Grandi Elettori dello Stato in questione. Uniche eccezioni sono il Maine e il Nebraska, che sono suddivisi in collegi elettorali con sistema misto: il Maine assegna 4 voti, il Nebraska 5 che possono anche essere suddivisi tra diversi candidati.

Quali sono gli Stati decisivi per eleggere il nuovo Presidente - Come sempre, la vera battaglia sarà negli Stati "indecisi". Stavolta, secondo gli analisti, sono "otto più uno":  secondo i sondaggi e le proiezioni di Real Clear Politics e Five Thirty Eight, mettendo insieme i loro dati, si può affermare che la candidata democratica Hillary Clinton, visti i sondaggi e la storia dei singoli Stati, abbia la certezza di 251 voti elettorali e il candidato repubblicano, Donald Trump, quella invece di assicurarsi 180 voti elettorali. Ne restano 107, divisi tra Ohio (18), Florida (29), North Carolina (15), Arizona (11), Nevada (6), Iowa (6), Colorado (9) e Virginia (13); già perdendo in Florida, Trump non avrebbe possibilità di vittoria. A questi, si può aggiungere lo Utah (6), Stato ultraconservatore che potrebbe esprimere un voto contro Trump, favorendo Clinton.

A che ora si saprà il nome del nuovo Presidente - Il nome del vincitore delle elezioni tra Donald Trump e Hillary Clinton è atteso per la mezzanotte americana, quindi per le 6 del mattino di mercoledì 9 novembre in Italia, quando si terrà il primo discorso del nuovo presidente. Ma l'attenzione di tutti sarà per la nottata elettorale (italiana). Ecco, ora per ora, quando (teoricamente) si sapranno i risultati di ogni singolo Stato: tutto dipenderà, ovviamente, dal distacco in termini di voti e, quindi, dalla certezza con la quale si potranno leggere le proiezioni.

RISULTATI ORE 1:00 - I primi Stati a chiudere i seggi saranno l'Indiana, il Kentucky e la Florida.

RISULTATI ORE 1:30 - Sarà la volta di North Carolina e Ohio.

RISULTATI ORE 2:00 - Qui ci sarà la classica "raffica" di risultati elettorali: attesa soprattutto per l'esito delle elezioni in Pennsylvania, Texas, New Jersey, Massachusetts e Maryland.

RISULTATI ORE 3:00 - Sarà il turno dei risultati negli Stati centrali: si parte con Colorado, New Mexico e Arizona. Ma, soprattutto, sarà il moemnto dei risultati nello Stato di New York.

RISULTATI ORE 4:00 - Con i risultati elettorali in Iowa e Nevada i giochi potrebbero quasi essere fatti (in questo caso per la Clinton). Da qui in poi sarà il momento di un'altra raffica di risultati da parte degli Stati Occidentali.

RISULTATI ORE 5:00 - In caso di testa a testa, questo sarà il momento clou, le ore 23 statunitensi, quando verranno pubblicati i risultati di California e Alaska.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Usa 2016, come si elegge il nuovo Presidente

Today è in caricamento