Giovedì, 28 Gennaio 2021
Ragusa

Federico Piccitto è il nuovo sindaco di Ragusa

Il candidato del Movimento 5 Stelle conquista la poltrona di sindaco: Beppe Grillo esulta

RAGUSA - Federico Piccitto del Movimento 5 stelle è il nuovo sindaco di Ragusa: ha vinto il ballottaggio con il 69,4% dei voti. Giovanni Cosentini, vicesindaco uscente del centrosinistra, si è fermato al 30,6%.

Un risultato inatteso in una città dove il Movimento 5 stelle si giocava l'unico esito utile in un quadro complessivamente deludente per i grillini. Si partiva dai risultati del primo turno, con Giovanni Cosentini (Pd-Udc-Lista Crocetta-civiche) con il 29,34% dei voti e il pentastellato Piccitto con il il 15,64%.

L'affluenza definitiva alle 15 è crollata: ha votato il 49,10% degli aventi diritto a fronte del 63,48% del primo turno (-14,39%).

"Ragusa a 5 Stelle! Federico Piccitto ha vinto e con lui tutti i cittadini ragusani". Lo annuncia Beppe Grillo su Twitter.

"Ora dobbiamo pensare a governare Ragusa e non sarà facile perché le emergenze sono tante", ha detto il neo sindaco. Nel quartier generale di Piccitto, all'interno della Villa Margherita, si sono radunati i militanti del Movimento che stanno festeggiando la vittoria, anche se il risultato non è ancora definitivo. "Festeggiamo quest'importante risultato conseguito con un lavoro capillare e una campagna elettorale a 360 gradi", afferma Piccitto. "Io non mi sono risparmiato e i cittadini hanno apprezzato questo sacrificio - prosegue - Non riesco ancora a metabolizzare l'euforia ma dopo la sbornia siamo pronti a metterci al lavoro, abbiamo gli strumenti giusti e soprattutto le persone competenti per farlo".

POLEMICHE NEL PD - E non mancano le polemiche nel Pd, dopo che una dirigente locale del partito, Valentina Spata, ha reso noto di aver votato il candidato sindaco del Movimento 5 stelle, Franceco Piccitto, invece di quello del centrosinistra, Giovanni Cosentini. La Spata, secondo cui altrettanto hanno fatto vari sostenitori del Pd, ha sostenuto su Facebook di essere stata cacciata dal partito. Cosa che viene invece smentita da Enzo Napoli, coordinatore dell'esecutivo regionale del Pd: "Preciso e ribadisco che non ho mai pensato né, peraltro, ne avrei la competenza, di espellere nessuno", afferma Napoli in un comunicato. Secondo il coordinatore dell'esecutivo, "quello a cui si fa riferimento è il contenuto di una conversazione privata su un social network, iniziata dalla stessa Spata, in cui esprimevo la mia personale opinione, precisando, a scanso di equivoci, che il suo caso non mi riguardava. Rimango comunque dell'avviso che, ferma restando la competenza degli organi di garanzia di valutare e decidere caso per caso, le norme dello Statuto ed un minimo di buon senso, suggeriscano, a chi intenda considerarsi militante o dirigente del Partito Democratico di non sostenere - conclude Napoli- candidati, nel caso specifico del movimento di Grillo, diversi da quelli sostenuti dal Pd".

I RISULTATI A MESSINA

I RISULTATI A SIRACUSA

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Federico Piccitto è il nuovo sindaco di Ragusa

Today è in caricamento