Sabato, 18 Settembre 2021
Elezioni

Ballottaggi: Pizzarotti punta al bis, il Pd rischia a Genova. La sfida città per città

A Parma l'ex grillino se la gioca con il candidato di centrosinistra Paolo Scarpa e ha buone chance di ottenere un secondo mandato. La sfida più calda è comunque quella di Genova, storica roccaforte rossa che rischia di passare al centrodestra

Federico Pizzarotti e Paolo Scarpa

Oltre 4 milioni di cittadini aventi diritto al voto, in 111 Comuni, di cui 3 capoluoghi di Regione e 19 capoluoghi di provincia. Sono i numeri del secondo turno delle elezioni amministrative, che si svolgerà oggi. Le urne saranno aperte dalle 7 di mattina e si chiuderanno alle 23, le operazioni di spoglio avranno inizio immediatamente. I risultati delle operazioni elettorali saranno diffusi in tempo reale attraverso il sito www.interno.gov.it.

Vediamo allora quali sono le sfide più importanti dal punto di vista politico. A cominciare da Parma, dove l'ex grillino Federico Pizzarotti se la gioca con il candidato di centrosinistra Paolo Scarpa. 

BALLOTTAGGIO PARMA, LE COSE DA SAPERE

Pizzarotti, ex del Movimento 5 Stelle, adesso candidato con una lista civica, ha raggiunto il 34,78% di preferenze nella prima tornata, mentre il Scarpa è arrivato al 32,72%. Un equilibrio che potrebbe ripetersi anche nel ballottaggio di domenica 25 giugno.

Il primo cittadino di Parma, eletto nel 2012 con il Movimento 5 Stelle, si ripresenta dopo cinque anni di Amministrazione con la lista EffettoParma, all'interno della quale troveranno spazio alcuni attuali consiglieri di maggioranza e tre assessori della Giunta.

Paolo Scarpa, volto nuovo del centrosinistra, se non per età per biografia politica. La sfida lanciata da Scarpa ha l'obiettivo di riportare la guida di Parma al centrosinistra dopo 19 anni: un obiettivo certo non semplice.

PADOVA, SFIDA SUL FILO DEL RASOIO

Ballottaggio “canonico” per Padova dove domani alla sfida vanno il sindaco uscente della Lega Nord, Massimo Bitonci, che al primo turno, raggruppando già tutte le espressioni del centrodestra, ha ottenuto il 40,3% e il candidato del centrosinistra e moderati, Sergio Giordani, che ha conquistato l’11 giugno il 29,4%

La partita al ballottaggio si gioca tutta su manciate di voti, anche se Bitonci parte con un vantaggio di 11 punti su Giordani (l’apparentamento tra quest’ultimo e le liste civiche di Lorenzoni può godere, sulla carta, di un 52%)

GENOVA, A RISCHIO LA ROCCAFORTE DEL CSX?

A Genova a contendersi la poltrona di primo cittadino ci sono: Marco Bucci del centrodestra, che ha ottenuto il 38,8% delle preferenze, e Giovanni Crivello, candidato del centrosinistra, votato dal 33,39% degli elettori. La sfida a Genova, roccaforte storica del centrosinistra, è importantissima ed è considerata da molti commentatori la cartina da tornasole di queste elezioni: se il centrosinistra perde comunque andrà nelle altre città si parlerà di una sconfitta 'storica'. 

SFIDA APERTA A LECCE

La partita per decidere il nuovo sindaco di Lecce è ancora tutta aperta. Dopo i risultati delle elezioni comunali dell'11 giugno, al ballottaggio nel capoluogo pugliese sono arrivati Mauro Giliberti (Centrodestra), che ha ottenuto il 45,22% dei voti, e Carlo Salvemini (Centrosinistra), che ha avuto il 28,97% delle preferenze.

PIACENZA, TESTA A TESTA TRA BARBIERI E RIZZI

Al ballottaggio per il ruolo di sindaco nella città di Piacenza sono finiti Patrizia Barbieri del centrodestra e Paolo Rizzi, candidato del Partito Democratico. La prima ha ottenuto il 34,78% delle preferenze, mentre Rizzi ha ricevuto il 28,19% dei voti.“

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ballottaggi: Pizzarotti punta al bis, il Pd rischia a Genova. La sfida città per città

Today è in caricamento