Venerdì, 22 Ottobre 2021
Il caso

Roma, a due settimane dal voto Michetti non ha ancora pubblicato il programma

Che cosa vuole fare il candidato di centrodestra per rilanciare la Capitale? Sul suo sito ufficiale alla voce 'programma' campeggia la scritta "pagina in allestimento"

È uno dei grandi favoriti per la vittoria finale, ma a meno di due setimane dal voto Enrico Michetti, candidato del centrodestra a sindaco di Roma, non ha ancora messo nero su bianco le sue proposte per la città, perlomeno in maniera dettagliata. Sulla pagina ufficiale dell'aspirante sindaco la voce dedicata al programma risulta  risulta infatti ancora "in allestimento", una circostanza abbastanza singolare se pensiamo che il giorno delle elezioni è ormai imminente. Mettendo a confronto le proposte dei candidati sindaco su mobilità e rifiuti, problemi ormai endemici della Capitale, RomaToday non ha potuto fare altro che alzare bandiera bianca, specificando che il programma del candidato di centrodestra, a differenza di quelli dei suoi competitor, non è ancora disponibile.

Cosa ha detto Michetti su trasporti, ciclabili e partecipate

Certo, qualcosa si può ricostruire partendo dalle dichiarazioni dello stesso Michetti nonché spulciando tra le locandine postate sui suoi canali social. Si scopre così che Atac e Ama, le due partecipate che gestiscono i trasporti e la raccolta rifiuti,  "dovranno restare pubbliche", anche se "andranno certamente ristrutturate" e che il personale andrà motivato "pianificando concreti progetti di sviluppo nei rispettivi settori" perché "chi pensa di fare di Ama e di Atac quello che è stato fatto con Alitalia ha sbagliato indirizzo". Parlando ancora di trasporti, un'altra proposta di Michetti è quella di reintrodurre il bigliettaio sui mezzi pubblici, una "misura che ripristina la legalità e crea 6mila posti di lavoro che si ripagano da soli con tutti gli abusi puniti".

E ancora. Il candidato di centrdodestra è intervenuto sulle piste ciclabili spiegando che "saranno rimosse in tutti i luoghi dove sono pericolose e intralciano il traffico, oltre che dove sono state poste in maniera ideologica". Dunque il capitolo metro e tram. "La cura del ferro è fondamentale - ha fatto sapere il candidato -, bisogna chiudere l'anello ferroviario, bisogna incrementare i prolungamenti della metro, c'è quella che termina ad Anagnina, si può pensare a un prolungamento fino all'aeroporto di Ciampino". Di fatto però un piano concreto e messo nero su bianco per rilanciare la mobilità nella Capitale ancora non c'è. Il programma a quanto pare è ancora in via di definizione. E intanto le elezioni si avvicinano.

Quanto all'altro grande tema, quello dei rifiuti, Michetti ha attaccato M5s e Pd, che "devono dimostrare oggi di saper risolvere il problema" e invece pur governando al Campidoglio (il M5s) e in Regione (i dem) "restano inerti". "Nei primi 100 giorni - ha detto il candidato di centrodestra - apriremo i siti di stoccaggio, di trasferenza, ripuliremo la città". D'altra parte, ha osservato Michetti, "i programmi si fanno per acquisire il potere, ma questo lo possiamo fare noi" e non il Pd o i 5 Stelle. Certo è che a due settimane dal voto, un programma vero ancora non c'è. Nei giorni scorsi l'aspirante sindaco aveva assicurato che sarebbe stato pubblicato a breve, eppure ancora oggi sul sito del candidato continua a campeggiare la stessa scritta: "Pagina in allestimento".

L'intervista di RomaToday a Enrico Michetti, video

michetti pagina in allestimento-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, a due settimane dal voto Michetti non ha ancora pubblicato il programma

Today è in caricamento