Giovedì, 23 Settembre 2021
Il quadro

Sondaggi elezioni comunali: le città in bilico e quelle più "definite"

I sondaggi sulle intenzioni di voto di Istituto Piepoli, EMG e Noto sondaggi, ci dicono come potrebbe finire

Da sinistra Raggi, Sala e Manfredi - foto Ansa

Manca poco, tra meno di un mese oltre 12 milioni di italiani saranno chiamati alle urne per decidere il loro prossimo sindaco e, nel caso della Calabria, anche il presidente di Regione. La situazione non sembra per nulla delineata, anzi in molte città si prevede un testa a testa tra desta e sinistra, mentre il Movimento 5 Stelle rischia di non essere più una forza trainante, bensì il terzo, che può fare da ago della bilancia, ma rassegnato a rinunciare a governare. Per capire il quadro aiutano i sondaggi sulle intenzioni di voto del consorzio Opinio, cioè Istituto Piepoli, EMG e Noto sondaggi, i quali, danno per vincitore il centrodestra a Torino e Trieste, con il centrosinistra vincitore a Napoli e Bologna. A Milano la battaglia sarà aperta e si profila un ballottaggio come anche a Roma si registra un vero testa a testa fra Gualtieri e Michetti. In pratica, il centrosinistra sarebbe in vantaggio nei capoluoghi di Lombardia, Emilia Romagna e Campania; mentre il centrodestra potrebbe festeggiare in Piemonte.

Elezioni comunali 2021, come diventare scrutatore

Elezioni comunali a Roma, Milano e Torino

Nella Capitale il risultato è incerto anche per la presenza di molti candidati sindaco che erodono voti ai più forti. Michetti (centrodestra) si trova tra il 29 e il 33%, mentre Gualtieri (centrosinistra) si trova tra il 22 e il 26%.

Anche a Milano sarebbe scontata la riconferma dell’attuale sindaco del Partito Democratico Giuseppe Sala, che si attesterebbe dal 44 al 48% dei voti, mentre Luca Bernardo al 38-42%. Layla Pavone del Movimento 5 Stelle è tra il 3 e il 5%.

Nel capoluogo piemontese, Paolo Damilano, candidato del centrodestra, è al 42-46% mentre Stefano Lorusso (centrosinistra) al 39-43%. La pentastellata Valentina Sganga si trova tra il 7 e l11%.

Elezioni comunali a Napoli, Bologna e Trieste

Gaetano Manfredi rappresenta l’accordo tra Pd e Movimento 5 Stelle e proprio lui si piazzerebbe tra il 42 e il 46%, mentre Catello Maresca (centrodestra) sta tra il 27 e il 31%. Dietro c’è l’ex sindaco Antonio Bassolino che naviga in acque lontane: tra 16 e il 20%.

Come a Napoli, anche il capoluogo emiliano sembra cosa fatta per il centrosinistra insieme ai 5 Stelle. Il loro candidato è Matteo Lepore con numeri che vanno dal 56 al 60%. Fabio Battistini, candidato del centrodestra, arriva tra il 35 e il 39%.

Infine il centrodestra vincerebbe anche a Trieste dove Roberto Di Piazza si trova tra il 47 e il 51%. Dietro il candidato del centrosinistra Francesco Russo con una percentuale che va tra il 34 e il 38%. M5s non pervenuto con Alessandra Richetti tra il 4 e l’8%.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondaggi elezioni comunali: le città in bilico e quelle più "definite"

Today è in caricamento