Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Il flop alle Comunali non pesa: M5s e Pd sono ancora le prime forze politiche

Se si votasse oggi il Movimento di Grillo otterrebbe il 28% delle preferenze, davanti a Renzi con il 26,5. Sull'onda delle Amministrative crescono Lega e Forza Italia

Grillo e Renzi

Nonostante il flop alle recenti elezioni comunali, Movimento 5 Stelle e Partito Democratico si confermano come principali forze politiche in Italia, secondo i dati del Barometro Politico dell’Istituto Demopolis.

Se oggi i cittadini dovessero andare ai seggi sarebbe il Movimento di Grillo ad avere la meglio con il 28% delle preferenze. Un vantaggio 'risicato' sul Pd di Renzi, fermo al 26,5%. Un dato in leggera flessione rispetto ai precedenti, ma che rispecchia l'instabilità attuale che regna in queste due fazioni.

1.Barometro_30giugno2017-2

Qualcosa di più ci si poteva aspettare dai partiti del centrodestra, usciti vittoriosi nella maggior parte degli scontri avvenuti alle Amministrative. Sempre secondi i dati di Demopolis, la Lega Nord oggi otterrebbe il 13,7% dei voti, Forza Italia il 13,5% e Fratelli d'Italia il 4,8%. In uno scenario del genere soltanto un'alleanza tra Salvini, Berlusconi e la Meloni permetterebbe alla destra di avere 'peso' in Parlamento. Infatti i tre partiti insieme mostrano una crescita rispetto agli ultimi dati rilevati per Otto e Mezzo dall’Istituto diretto da Pietro Vento: a novembre la somma delle tre forze politiche arrivava al 27%, mentre oggi si attesta tra il 30 e il 32%. Le 'briciole' rimaste se le dividono Articolo 1 di Bersani con il 3,7%, Area Popolare con i Centristi icon l 3,1% e Sinistra Italiana con il 2,5%. 

2.Barometro_30giugno2017-2

A pesare su questi dati è senza dubbio la disaffezione al voto degli italiani, come confermato dal direttore di Demopolis Pietro Vento: “La lontananza dalle Istituzioni pesa sul quadro politico, come registrato anche nelle recenti Amministrative, in cui Pd e M5s hanno deluso Netto è il calo dell’affluenza: si recherebbero oggi alle urne circa 6 milioni di elettori in meno rispetto alle Politiche del 2013. E la legge elettorale in vigore, di fatto un proporzionale puro con sbarramento al 3%, non costituisce certamente un incentivo alla partecipazione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il flop alle Comunali non pesa: M5s e Pd sono ancora le prime forze politiche

Today è in caricamento