Giovedì, 17 Giugno 2021
Politica

Elezioni Molise, sorride il centrodestra ma solo Berlusconi può davvero esultare

Forza Italia prende più voti della Lega

Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, durante il suo comizio di chiusura della campagna elettorale per le regionali molisane a Campobasso, in una immagine pubblicata sul suo profilo Twitter, 20 aprile 2018.

E' una vittoria netta, indiscutibile. Il risultato del Molise "farà capire ai nostri leader che il centrodestra è unito e non si può spaccare". Lo afferma all'Adnkronos il candidato di centrodestra Donato Toma, che a scrutinio ancora in corso è ormai prossimo a vincere le elezioni regionali.

Forza Italia prende più voti della Lega (9,40% contro 8.30% - dati parziali), e non è un dato da poco. Impossibile sapere se davvero ci saranno ripercussioni a livello nazionale: il Molise è la più piccola delle regioni italiane a statuto ordinario ed erano chiamati al voto poco più di 330mila cittadini, l'equivalente di una città medio-grande. Ma certo per il centrodestra è un bel segnale. Toma, 60 anni, è il presidente dell’ordine dei commercialisti molisano e docente di Diritto tributario all’Università degli studi del Molise.

Risultati elezioni Molise

Nonostante l'appoggio compatto di tutto il centrodestra, quella di Toma è una vittoria marcatamente di Forza Italia, che prende più voti della Lega. E' una vittoria di Silvio Berlusconi, che si è speso in prima persona nel corso della campagna elettorale in Molise. E i forzisti faranno pesare all'interno della coalizione con Lega e Fratelli d'Italia, o almeno proveranno a farlo, il peso di questa vittoria nelle trattative per la formazione del nuovo governo. 

"Mi sono candidato per vincere e questo è il risultato per una campagna elettorale corretta, fatta spiegando cosa vogliamo 
fare per il Molise", ha sottolineato Toma. "Al M5s dico basta polemiche - ha continuato - mettiamoci a lavorare". "Forza Italia si sta consolidando leader nella coalizione e rispetto alla Lega, ma tutti i componenti hanno dato il loro apporto importantissimo che ha contribuito al successo". 

M5s: "Risultato storico"

Esulta in ogni caso il M5s: "E' un risultato storico a livello regionale. Forse il Movimento Cinque Stelle non aveva mai fatto così bene in un'elezione regionale" dice Andrea Greco, candidato governatore: "Siamo passati da due consiglieri a sei, sei persone che si batteranno per difendere le idee del Movimento e soprattutto per rendere onore ai cittadini che ci hanno votato - ha concluso - Io parlerei di risultato storico, non di fallimento".

Disastro Pd: "Ma qui centrosinistra unito"

Disastroso risultato del Pd, sotto il 9% e in netta flessione rispetto al 15,2 delle Politiche. Leu rimane sulle stesse percentuali delle politiche, sopra il 3%, e tutto il centrosinistra a sostegno di Veneziale è lontanissimo dal 20%.  Veneziale è il primo a parlare, intorno alle 3 di notte, per ammettere la sconfitta. “Ho perso, chiaramente. Ho perso ma quello che resta è il percorso politico, quello di un centrosinistra che ha ritrovato l’unità dopo anni di divisioni, e questa è l’eredità positiva che resterà a chi verrà dopo di me”.

molise elezioni-2

 Da sinistra, i candidati presidenti alla Regione Molise: Andrea Greco (M5S), Donato Toma (centrodestra) e Carlo Veneziale (PD)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Molise, sorride il centrodestra ma solo Berlusconi può davvero esultare

Today è in caricamento