Sabato, 31 Ottobre 2020

Mattarella ha sciolto le Camere, elezioni il 4 Marzo 2018

Ultimi atti del Governo Gentiloni chiamato ad una agenda di impegni tutt'altro che agevole. A Maggio il vertice Unione Europea - Balcani potrebbe rappresentare la prima prova internazionale del nuovo premier impegnato poi l'8 e 9 giugno al G7 in Canada

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dopo aver sentito i Presidenti dei due rami del Parlamento, ai sensi dell'articolo 88 della Costituzione, ha firmato il decreto di scioglimento del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, che è stato controfirmato dal Presidente del Consiglio dei Ministri. 

Subito dopo, il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, Ugo Zampetti, si è recato dai Presidenti del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati per comunicare il provvedimento di scioglimento delle Camere.

Elezioni 2018, italiani alle urne il 4 marzo

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni è rientrato a Palazzo Chigi, dove presiederà il Consiglio dei Ministri, l'ultimo prima dello scioglimento delle Camere che darà inizio ufficiale alla fine della legislatura. La seduta del governo esaminerà il decreto sulla missione in Niger ed ha deliberato la data delle elezioni politiche, per il 4 marzo. Tuttavia non è questo l'ultimo atto del Governo che resterà in carica come ha spiegato lo stesso premier nella conferenza stampa di fine anno.

Paolo Gentiloni ha spiegato che governerà senza "tirare i remi in barca", impostazione condivisa con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per affrontare tutta la mole di lavoro che attende il governo del Paese e per affrontare i vertici internazionali nel pieno delle sue funzioni, rappresentando l'Italia e dando il più possibile una immagine di un paese stabile, anche all'estero. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per i tempi tecnici il governo Gentiloni non potrà cessare il suo mandato, comunque vadano le elezioni, prima della prima settimana di aprile e solo dopo potrà passare il testimone se dal voto uscirà una maggioranza netta. 

I compiti che attendono l'Italia

  • Dal primo gennaio l'Italia assumerà la presidenza di turno dell'Osce, l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa. 
  • Il 10 gennaio Paolo Gentiloni incontrerà i suoi omologhi dei paesi della Ue che affacciano nel Mediterraneo
  • A Febbraio si terrà una cruciale riunione della Nato per la revisione della struttura di comando.
  • Tra Febbraio e Marzo si terranno due fondamentali vertici Europei sulla Brexit per la decisione sulla ripartizione dei 72 seggi parlamentari lasciati liberi dai britannici a Strasburgo e i futuri assetti a Bruxelles, nuove regole dell'Eurozona, web tax, mercato unico e sostegno al lavoro. 
  • A Maggio il vertice Unione Europea - Balcani potrebbe rappresentare la prima prova internazionale del nuovo premier chiamato poi l'8 e 9 giugno al G7 in Canada.

I risultati raggiunti dalla "sinistra di governo"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Mattarella ha sciolto le Camere, elezioni il 4 Marzo 2018
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...