rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
ELEZIONI REGIONALI

Elezioni Regionali Basilicata, l'unico risultato certo: vince l'astensionismo

A urne chiuse è il dato sull'affluenza che spaventa. Solo il 47,62% degli aventi diritto al volo ha espresso la propria preferenza: meno di uno su due

Crollo di 15 punti dell'affluenza alle Regionali in Basilicata, rispetto alle elezioni del 2010. Fra ieri e oggi per l'elezione del nuovo governatore e per il rinnovo del Consiglio regionale ha votato solo il 47,62% degli aventi diritto al voto, rispetto al 62,8% registrato nella scorsa tornata elettorale.

Dai dati diffusi dal Ministero dell'Interno, nella provincia di Potenza si è recato alle urne il 47,89% (60,27 nel 2010) mentre in quella di Matera si è registrato il 47,01% (68,36 nel 2010) dei votanti. Su scala regionale ha votato il 15,18 per cento in meno rispetto al 2010.

In totale il popolo degli elettori è di 575.160 lucani, dato che comprende i circa 100 mila lucani residenti all'estero. In serata si conoscerà il nome del nuovo governatore. L'unico dato certo, al momento, è il forte calo di affluenza alle urne.

Dopo lo scandalo rimborsi,  è lotta tra il centrodestra che si è presentato con un'alleanza Pdl-Udc sotto la lista 'Per la Basilicata' sostenendo il candidato Salvatore Tito Di Maggio mentre il centrosinistra composto da Pd, Idv e Psi si è raccolto sotto 'La Basilicata presente' per Marcello Pittella. Sel corre con Rifondazione con 'Basilicata 2.0' per sostenere Maria Murante mentre il Movimento 5 stelle ha candidato Piernicola Pedicini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Regionali Basilicata, l'unico risultato certo: vince l'astensionismo

Today è in caricamento