Martedì, 16 Luglio 2024
Soffia il vento della destra

Chi ha davvero vinto (e chi ha perso malamente) le elezioni regionali in Molise

Tracollo del Movimento 5 stelle rispetto alla tornata regionale precedente, ma tutto il centrosinistra "piange". Sorride invece la maggioranza, in particolar modo Forza Italia. Le prime elezioni del dopo Berlusconi regalano agli azzurri un risultato forse superiore rispetto persino alle più rosee aspettative

Bottino pieno per Meloni e alleati. Nel corso del 2023 sono previste in tutto elezioni regionali in 5 regioni italiane (3 a statuto ordinario e 2 a statuto speciale). In Lazio e Lombardia (si è votato domenica 12 e lunedì 13 febbraio) ha vinto il centrodestra, così come in Friuli-Venezia Giulia (si è votato domenica 2 e lunedì 3 aprile) e in Molise lo scorso weekend. Manca solo il Trentino-Alto Adige, dove si vota a fine ottobre.

Con percentuali superiori alle previsioni (Francesco Roberti, attuale sindaco di Forza Italia di Termoli, ha preso più del 60 per cento dei voti) il centrodestra vince largamente le elezioni in Molise, dove si conferma alla guida della regione: era infatti già al governo. La stagione di amministrative continua molto bene per la maggioranza, mentre il centrosinistra a oggi "non esiste", non incide, neanche come ipotesi, e sui territori bisogna ricostruire tutto. Il piccolo Molise era in ogni caso un test nazionale da monitorare con attenzione: era la prima volta di Pd versione Schlein e M5S insieme alle regionali, chissà se sarà l'ultima. Il sindaco pentastellato Roberto Gravina, candidato che aveva unito a fatica il campo progressista, è andato male pure nella sua Campobasso. La sconfitta però ha tante cause: Elly Schlein e Giuseppe Conte hanno stretto un'alleanza con una marea di distinguo, rinunciando persino a fare un comizio insieme. Resta il dubbio, la curiosità di sapere come sarebbero andate le cose se il centrosinistra avesse unito le forze sulla candidatura del popolare giornalista Rai Domenico Iannacone, come sembrava dovesse essere mesi fa. Non lo sapremo mai.

Il vento di Fratelli d'Italia dopo le elezioni politiche del 25 settembre 2022 soffia ancora forte nel paese: è un dato di fatto. La larga vittoria del centrodestra in Molise fa balzare agli occhi l'ottimo risultato di FdI e il crollo M5s. FdI è il primo partito con il 19,6% (nelle precedenti elezioni regionali del 2018 il partito di Giorgia Meloni era al 4,4%).  Forza Italia ha il 12,7% rispetto al 9,4% del 2018. Le prime elezioni del dopo Berlusconi regalano agli azzurri un risultato forse superiore rispetto persino alle più rosee aspettative. "Dedichiamo questa vittoria a Silvio Berlusconi". Con queste parole, nella serata di ieri, i vicepremier Matteo Salvini (Lega) e Antonio Tajani (Fi) hanno salutato la vittoria di Francesco Roberti. La Lega ha preso il 5,5% contro l'8,2% del 2018. Noi moderati ha il 7,3% (i Popolari per l'Italia ebbero nel 2018 il 7,1%). L'Udc ha il 3,5% (nel 2018 il 5,1%). Nel centrosinistra il Pd ha l'11,4% (nel 2018 ebbe il 9%). Avs ha il 4,5% (nel 2018 Leu ebbe il 3,3%). M5s nel 2018 corse in solitaria e ottenne il 31,6%. Oggi i pentastellati, alleati con il centrosinistra, si fermano a circa il 7%: un tracollo. 

L'affluenza definitiva in Molise si è attestata al 47,94%, in calo di oltre 4 punti percentuali rispetto al 2018. In tutto a votare sono andati quindi solo 157 mila elettori. Numeri che suggeriscono di evitare di allargare eccessivamente l'analisi del voto o ragionare su trend futuri della politica italiana: il Molise è la regione più vecchia d'Italia insieme alla Liguria. Da notare poi che l'astensionismo, al 52%, è stato il "primo partito". Se ne parla sempre troppo poco. Nemmeno l'astensione record nelle grandi città alle elezioni comunali di ottobre 2021 è stata argomento di dibattito per più di un paio di giorni.

Sono sempre 15 le regioni governate dal centrodestra in Italia, al momento: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Umbria, Veneto, Trentino Alto Adige; 5 invece le regioni governate dal centrosinistra: Campania, Emilia Romagna, Puglia, Toscana, Valle d'Aosta. 

È l'Italia del 2023: un paese di centro-destra, o meglio: di destra-centro.

Il centrodestra (+1) si prende anche il Molise, Schlein-Conte sconfitti: la "limonata" è amara

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi ha davvero vinto (e chi ha perso malamente) le elezioni regionali in Molise
Today è in caricamento