rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Politica Perugia

Marini si dimette e Salvini si fionda in Umbria: un'altra Regione nel mirino della Lega

La presidente della Regione, Catiuscia Marini, lascia a pochi giorni dagli arresti nell'inchiesta sulla sanità regionale che la vede indagata a Perugia. Matteo Salvini oggi in Umbria, dove si voterà in autunno: "Per vincere"

Si è dimessa. La presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, lascia a pochi giorni dagli arresti nell'inchiesta sulla sanità regionale che la vede indagata a Perugia. Marini ha comunicato le sue dimissioni dalla carica istituzionale, "ai sensi dell’art.64, comma 3, dello Statuto regionale", si legge in una nota, con una apposita lettera inviata alla Presidente dell’Assemblea Legislativa, Donatella Porzi.

Dimissioni Marini, Zingaretti: "Passo indietro per responsabilità"

Ringraziamenti alla Marini, "che con le sue dimissioni ha scelto di mettere al primo posto il bene della sua Regione", arrivano dal segretario Pd Nicola Zingaretti. "Catiuscia, in questi anni, è stata al servizio delle istituzioni e dell'interesse generale e ha garantito all'Umbria sviluppo e qualità della vita e dei servizi. E' stata una guida apprezzata per i suoi territori e benvoluta dalla sua comunità. Ora, sebbene in presenza di un'indagine che è ancora allo stato preliminare, ha scelto con responsabilità di fare un passo indietro proprio allo scopo di evitare imbarazzi e strumentalizzazioni per la sua Umbria. Da garantisti, aspetteremo che la giustizia faccia il suo corso prima di emettere giudizi definitivi - conclude il segretario del Pd -. Spero lo facciano tutti". 

''Un abbraccio a Catiuscia Marini. Sono certo che saprà dimostrare la sua estraneità ai fatti contestati. Vorrei ringraziarla per aver dimostrato, con le dimissioni, ancora una volta di saper anteporre l'interesse dei suoi concittadini a quello personale''. Così il deputato del Pd, Matteo Orfini.

Terremoto politico in Umbria: ai domiciliari assessore e segretario Pd

Dimissioni Marini, le reazioni di Movimento 5 stelle e Lega

"Dopo averlo sollecitato per giorni, Zingaretti non ha avuto nemmeno il coraggio di mandarla a casa. E alla fine la Marini, messa all'angolo, si è dovuta dimettere". Così il MoVimento 5 Stelle alla Camera. "Felici? No, siamo delusi da questa vecchia politica che giorno dopo giorno prova a spacciarsi come il nuovo ma rimane sempre la stessa: attaccata agli interessi personali e affaristici, sacrificando il merito e i diritti dei cittadini. Non basta cambiare l'abito del Pd per spacciarlo come nuovo. Stiamo ripulendo il sistema da queste mele marce".

Esulta anche la Lega: "Giornata storica per l'Umbria perché dopo 50 anni di malgoverno di sinistra che ha ridotto a brandelli questa regione, finalmente abbiamo la possibilità di rialzare la testa e guardare al futuro. La prima ad intervenire sulla dimissioni della Presidente Catiuscia Marini è la Lega Umbria. Le dimissioni della Governatrice non sono sufficienti. Lei e tutta la sua casta chiedano scusa agli umbri e a tutti quei giovani che in questi anni sono stati costretti ad emigrare perché soffocati, a quanto pare, da quel sistema clientelare che più volte la Lega ha evidenziato e  riscontrato". Lo riferisce un comunicato Lega Umbria.

Salvini si fionda in Umbria: "Per vincere"

"Domani sarò in Umbria". Lo ha detto ieri Matteo Salvini, in chiusura del suo intervento ai gruppi parlamentari della Lega, facendo riferimento alla vicenda degli arresti nella regione per casi di presunta corruzione, con le dimissioni di Catiuscia Marini, presidente Pd della Regione. "Vado per vincere", avrebbe sottolineato il ministro dell'Interno. L'ufficio stampa della Lega ha reso noto che Matteo Salvini sarà in piazza Italia, a Perugia, oggi alle 17.30. Le elezioni regionali in Umbria si terranno con ogni probabilità in autunno.

catiuscia marini pd umbria-2

La ormai ex presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini durante una conferenza stampa, Perugia, 13 aprile 2019. ANSA/Gianluigi Basilietti

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marini si dimette e Salvini si fionda in Umbria: un'altra Regione nel mirino della Lega

Today è in caricamento