rotate-mobile
Sabato, 24 Settembre 2022
POLITICA

Elezioni comunali 26 e 27 maggio 2013: 564 Comuni al voto

Ultime battute per la campagna elettorale: si vota a Roma, Ancona e in 14 capoluoghi di provincia

ROMA - Italiani alle urne per le comunali di domenica e lunedì. Per eleggere il sindaco e il consiglio comunale si voterà in 564 comuni, di cui due capoluoghi di regione (Ancona e Roma) e in 14 capoluoghi di provincia: Avellino, Barletta, Brescia, Iglesias, Imperia, Isernia, Lodi, Massa, Pisa, Siena, Sondrio, Treviso, Vicenza e Viterbo.

Le operazioni di scrutinio avranno inizio lunedì 27 maggio, subito dopo la chiusura della votazione e l'accertamento del numero dei votanti. In caso di ballottaggio per l'elezione dei sindaci, si voterà domenica 9 giugno, sempre dalle ore 8 alle 22, e lunedì 10 giugno, dalle 7 alle ore 15 mentre le operazioni di scrutinio avranno inizio nella stessa giornata di lunedi'. Domenica 26 maggio si svolgeranno anche le elezioni del sindaco e del consiglio comunale di Pergine Valsugana, in provincia di Trento, con eventuale turno di ballottaggio domenica 9 giugno e le elezioni regionali in Valle d'Aosta.

TUTTO SULLE COMUNALI DI ROMA

Entro venerdì 24 maggio dovranno essere consegnati ai sindaci, da parte della Prefettura, le scatolette contenenti il timbro per le sezioni elettorali e i pacchi con le schede per la votazione. Devono poi essere presentati al segretario comunale gli atti di designazione dei rappresentanti delle liste dei candidati presso i singoli seggi e presso l'ufficio centrale, anche per l'eventuale votazione di ballottaggio. Da sabato 25 maggio scatta il 'silenzio elettorale', ovvero il divieto di effettuare, nel giorno precedente e in quelli del voto, comizi, riunioni di propaganda elettorale diretta o indiretta in luoghi pubblici o aperti al pubblico; nuova affissione di stampati, giornali murali o altri manifesti, diffusione di trasmissioni radiotelevisive di propaganda.

Sempre nella giornata di sabato, prima dell'insediamento del seggio, deve essere consegnato ai presidenti di seggio il materiale che occorre per la votazione e lo scrutinio; gli elenchi con i nomi degli elettori ricoverati e dei detenuti che abbiano diritto al voto e siano autorizzati a votare, rispettivamente nel luogo di ricovero o di detenzione. Alle ore 16 si costituisce il seggio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni comunali 26 e 27 maggio 2013: 564 Comuni al voto

Today è in caricamento