rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
VERSO LE ELEZIONI / Piacenza

Bersani: "Monti guarda le cose dall'alto, io ad altezza occhi"

Tornato nel suo paese, Bettola, il segretario del Pd non risparmia critiche al premier uscente. "Togliere Paese a incapaci? La gente ha bisogno di cambiamento"

A Pier Luigi Bersani "piace guardare di più all'altezza degli occhi della gente comune" che ha voglia di "un cambiamento e di una politica che conosca bene e da vicino le sue condizioni". Il presidente del Consiglio Mario Monti, che in un'intervista al Corsera  ha detto che gli incapaci non dovrebbero avere l'opportunità di governare il Paese, secondo il segretario del Pd "tende a guardare un po' le cose dall'alto".

Quello del premier 'tecnico', secondo Bersani, è "un programma ambizioso: ci sono capaci ed incapaci, ma soprattutto c'è gente comune che ha bisogno di un cambiamento". Monti, ha spiegato Bersani da Bettola, nel piacentino, "non è il solo che ha deciso di impegnarsi per senso di responsabilità, in un momento così chi decide di farlo non lo fa per sport".

Durante un incontro con i suoi sostenitori nel paese d'origine, quasi inaccessibile per il maltempo e le forti nevicate, il candidato democratico ha ricordato di essere "l'unico che non ha messo il nome sul simbolo e avrei potuto mettercelo" visto il risultato delle primarie con oltre 3 milioni di persone che si sono recate nei seggi del Pd.

"Sono abbastanza stanco di una campagna elettorale dove tutti i giorni misurano il mezzo metro fra me, Monti e Berlusconi. Noi siamo davanti ad un problema serio, questo paese in questi anni è andato giù, bisogna riprendere la strada. Io non intendo stare nel politicismo e meno che mai nel cabaret, poi gli elettori decideranno".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bersani: "Monti guarda le cose dall'alto, io ad altezza occhi"

Today è in caricamento