rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
LA POLEMICA / Francia

Israele proseguirà con il boicottaggio di Marine Le Pen

"Può venire come qualsiasi turista, senza accoglienza ufficiale", ha detto in condizione di anonimato un funzionario israeliano della leader dell'estrema destra trionfatrice delle elezioni europee in Francia

La presidente del Front National, Marine Le Pen, continuerà ad essere ufficialmente boicottata in Israele nonostante il successo del suo partito di estrema destra in Francia alle ultime elezioni europee. "Marine Le Pen può venire in Israele e godere del sole come qualsiasi turista in possesso di un passaporto, ma non può pretendere di ottenere un'accoglienza ufficiale se deciderà di farlo", ha detto un funzionario israeliano a condizione di anonimato.

Interpellato sulle ragioni del boicottaggio, questo responsabile ha spiegato che Marine Le Pen "non ha ancora proceduto a un cambiamento del suo partito, denunciando i propositi antisemiti del suo fondatore, ovvero suo padre" Jean-Marie Le Pen. "Non condanno mio padre, c'è una falsa idea di Jean-Marie Le Pen in Israele", aveva detto la leader del Front National nel febbraio del 2012.

Jean-Marie Le Pen è stato condannato per incitamento all'odio razziale e contestazione dei crimini contro l'Umanità, in particolare per le sue affermazioni sulle camere a gas dei campi di concentramento, definite "dettagli della storia".

Marine Le Pen, la donna che ha "conquistato" la Francia

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Israele proseguirà con il boicottaggio di Marine Le Pen

Today è in caricamento