Martedì, 3 Agosto 2021
Elezioni Europee 2014

Chi è Martin Schulz, il candidato del Pse a Bruxelles

Convinto europeista ma fautore di un'Unione più solidale e democratica: il "libraio" tedesco che vuole diventare presidente della Commissione

Attuale presidente del Parlamento europeo, membro del Partito Socialista Europeo e dell'SPD tedesca, Martin Schulz è il candidato alla presidenza della Commissione europea per l'Alleanza Progressista di Socialisti e Democratici.

Nato a Hehlrath, nell'ex Germania Ovest, nel 1955, ha sempre militato nel Partito Socialdemocratico Tedesco, al quale è iscritto dal 1974. Di professione libraio, Schulz ha ricoperto incarichi amministrativi e politici locali prima di essere eletto nel 1994 al Parlamento europeo, diventando, dieci anni dopo, presidente del gruppo parlamentare del Pse. Nel 2012 fu eletto presidente dell'assemblea.

I CANDIDATI ALLA PRESIDENZA DELLA COMMISSIONE

Della sua attività parlamentare si ricordano i duri scontri verbali con Silvio Berlusconi, che lo apostrofò con il termine "kapò", ma anche con Jean-Marie Le Pen, Godfrey Bloom e Daniel Cohn-Bendit.

Della sua vita privata è noto il periodo di alcolismo che visse quando un incidente sul campo ne bloccò la carriera calcistica in giovane età.

QUANDO, DOVE, COME E "CHI" VOTARE: TUTTE LE INFO

"Sono un europeista con la testa e con il cuore: non posso sopportare di vedere lo stato miserevole in cui si trova questo meraviglioso progetto di pace. L’Europa è troppo burocratica, troppo poco democratica e non abbastanza sociale. Abbiamo bisogno di intelligenza, ma anche di molto cuore, per fare un' Europa migliore", è il messaggio che si legge nel suo sito internet.

I SONDAGGI VERSO IL VOTO DEL 25 MAGGIO

IL PROGRAMMA

1 Un’Europa con un'economia dinamica che investe nel futuro, e che concilia la crescita con la giustizia.

2 Un’Europa che crea posti di lavoro di qualità e garantisce stipendi adeguati, con un patto per i salari minimi e attraverso la parità retributiva tra uomini e donne.

3 Un’Europa che riduce drasticamente la disoccupazione giovanile nei prossimi cinque anni e che investe soprattutto nell’istruzione e nella formazione.

4 Un’Europa che rafforza la nostra moneta comune, permettendoci di difendere il nostro benessere nella competizione globale.

5 Un’Europa che lotta con decisione contro l’evasione e la frode fiscale, e che protegge i cittadini dai comportamenti rischiosi delle banche e degli speculatori.

6 Un’Europa che torna ad essere leader mondiale nella tutela dell’ambiente e del clima, puntando sulle energie rinnovabili.

7 Un'Europa che rafforza i diritti dei consumatori e che tutela i nostri dati personali.

8 Un’Europa che osa più democrazia, più partecipazione dei cittadini e che riduce la burocrazia europea.

9 Un'Europa che rispetta la diversità e regola soltanto ciò che non può essere regolato meglio a livello locale, regionale o nazionale.

10 Un’Europa che ridà forza all’idea fondante di pace, sicurezza sociale e benessere e che afferma questi valori nei confronti delle altre regioni del mondo.

IL SITO

IL CURRICULUM VITAE

LA STORIA POLITICA

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi è Martin Schulz, il candidato del Pse a Bruxelles

Today è in caricamento