rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
POST VOTO / 1

Parlamento spaccato in tre: tutti gli eletti

Il centrosinistra conquista la Camera grazie al premio di maggioranza previsto dalla legge elettorale. Senato ingovernabile, exploit di Grillo: è l'Italia che esce dalle urne

ROMA - La maratona elettorale ci consegna un paese sostanzialmente spaccato in tre: centrosinistra, centrodestra, Movimento 5 Stelle. L'Italia corre il rischio caos e ingovernabilità. Vediamo perché, facendo un po' di chiarezza.

CAMERA - Con il 29,5% dei consensi, la coalizione di centrosinistra ha conquistato la maggioranza assoluta alla Camera, ottenendo il premio previsto dal "Porcellum" (che va al gruppo che prende anche un solo voto in più). Il distacco dal centrodestra alla fine è stato di 124.407 voti. Pd, Sel, Centro democratico e Svp (la Suedtiroler Volkspartei altoatesina, decisiva con i suoi 132.154 voti) hanno vinto dunque alla Camera, aggiudicandosi i 340 seggi del premio di maggioranza, con uno scarto dello 0,36% sul centrodestra: la coalizione di Bersani ha ottenuto 10.047.507 voti, pari al 29,5%, contro i 9.923.100 del centrodestra (29,18%, pari a 124 seggi). Al Movimento 5 Stelle, primo partito a Montecitorio, vanno 108 seggi (25,55% i voti ottenuti). La Lista Monti si ferma al 10,54% pari a 45 seggi. Fuori Rivoluzione Civile di Ingroia, Fare di Giannino e Amnistia, Giustizia, Libertà.

GLI ELETTI ALLA CAMERA

SENATO - Le cifre di Palazzo Madama, dove il centrosinistra ha soltanto la maggioranza relativa, non bastano per guidare il Paese. La rimonta di Berlusconi (con il pieno di voti fatto nelle regioni "pesanti" come Lombardia, Veneto, Sicilia, Puglia e Campania), il flop dei centristi montiani e (anche qui) il risultato eclatante dei grillini trasformeranno i prossimi mesi in un rebus. Non ci può essere un governo stabile: la quota di maggioranza al Senato (158 onorevoli) non si raggiunge nemmeno con le alleanze ipotetiche Pd-Sel con Monti e Pdl-Lega con Monti. Questi i dati relativi a Palazzo Madama: Pd-Sel 31,6%, Pdl-Lega 30,7%, M5S 23,8%, Monti 9,1%. Pdl e Lega arrivano a 117 senatori a fronte dei 120 che andrebbero ai progressisti. A Monti vanno 18 senatori, 54 eletti invece tra i grillini.

GLI ELETTI AL SENATO

ESTERO - Con l'assegnazione dei seggi delle quattro circoscrizioni estero, si completa il quadro degli eletti al Senato. In totale, nell'aula di palazzo Madama siederanno 4 senatori del Partito democratico, uno della lista Scelta civica con Monti e uno del Maie, il Movimento associativo Italiani all'estero.

I GRANDI ESCLUSI

RISULTATI DEFINITIVI

RISULTATI ALLA CAMERA

RISULTATI AL SENATO

RISULTATI ALLE REGIONALI

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parlamento spaccato in tre: tutti gli eletti

Today è in caricamento