rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
ELEZIONI

Bersani sì, Bersani no? I grillini già si spaccano

Per il leader del M5S il segretario del Pd "è un morto che parla". In 16mila hanno commentato il post "sul 47": un confronto che è diventato terreno di scontro sul votare o meno la fiducia a un governo di centrosinistra

Bersani è "un 47". Bersani "morto che parla". Sotto questo post pubblicato sul blog di Beppe Grillo, oltre 16mila commenti. Più che commenti, messaggi. Che presto diventano confronto e subito scontro.

I frequentatori del blog del leader del Movimento 5 Stelle si interrogano - e si scontrano - sull'eventualità o meno di votare la fiducia al governo Bersani. C'è chi mette in discussione la linea dura del comico genovese, chi rilancia il "modello Sicilia" per fare con Bersani quello che Cancellieri fa quotidianamente con Crocetta (decidere volta per volta come votare sulle singole proposte). E c'è anche chi ipotizza l'uscita dall'aula del Senato al momento della votazione per abbassare il numero di voti necessari alla fiducia così da non avere "sulla coscienza" nessuna decisione.

Su una cosa quasi tutti i commenti concordano: tornare alle urne con il Porcellum sarebbe un fallimento in quanto, così facendo, "si rischia di riconsegnare il paese a Silvio Berlusconi".

"Ora - scrive Simpatizzante sulla Cosa - bisogna trovare il modo di influenzare le decisioni. Siamo dentro ma non possiamo fare da spettatori. Abbiamo l'occasione di fare qualcosa di concreto. Forza e senza paura".

Per Stef82 "se mi rimandate a votare con la stessa legge elettorale allora il M5S ha fallito".

Francesco Capezzuto si rivolge direttamente a Grillo: "Scusa Beppe, io sono un attivista del movimento e non concordo. Non voglio inciuci e so bene chi c'è dietro il Pd ma sedersi ad un tavolo e vedere su quante nostre proposte sono disposti a realizzar non sarebbe male: Legge sul conflitto di interesse, Cip 6, costi della politica, acqua pubblica, concessione rete autostradale, abolizione Equitalia".

THE ECONOMIST CONTRO GRILLO E BERLUSCONI: "CHE ENTRINO I CLOWN"

E a Grillo che attacca "lo smacchiatore fallito" che "ha l'arroganza di chiedere il nostro sostegno" c'è chi replica con un "piccolo tentativo di ragionamento" politico: "Il 60% di chi ha votato M5S votava Pd, me incluso. I tre quarti di questi, compreso me e tutti i miei conoscenti, se non si fa un accordo politico (chiamarlo inciucio è idiozia) non voteranno mai più M5S in quanto inutile: è ovvio che se voto qualcuno vorrei che governasse, cosa faccio se no, il voto dadaista? M5S scenderà al 15% per sprofondare nell'irrilevanza, tipo Lega per intenderci, con un capo che urla baggianate e quattro servi che ridono e applaudono. Volete andare al 4% in due anni? Fate come dice Grillo e siete a metà strada. Good luck".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bersani sì, Bersani no? I grillini già si spaccano

Today è in caricamento