Sabato, 24 Luglio 2021
Elezioni Politiche 2018 Italia

Ap, trovata intesa tra Alfano e Lupi per "separazione consensuale"

Alternativa Popolare nata il 18 marzo 2017 dalla dissoluzione del Nuovo Centrodestra ed entrato nella maggioranza che sostiene il Governo Gentiloni, si scinde in due "correnti" tra chi punta a una coalizione con il Pd e chi guarda a destra

Da sinistra il coordinatore nazionale Maurizio Lupi, il ministro degli Esteri Angelino Alfano e il ministro della Salute Beatrice Lorenzin durante la conferenza stampa al termine della direzione nazionale di Alternativa popolare. Roma, 26 settembre 2017. ANSA/ CLAUDIO PERI

Trovata la "quadra" per la separazione consensuale in casa Ap tra chi punta a una coalizione con il Pd e chi guarda a destra. A quanto si apprende, l'intesa sarebbe stata raggiunta tra Maurizio Lupi e Angelino Alfano.

Il documento sarà dunque sottoposto alla Direzione. Alla riunione non saranno però presenti né il ministro delle Salute Beatrice Lorenzin né il vicecoordinatore, Antonio Gentile, impegnati in Calabria. Fonti del partito confermano che "c'è accordo sull'attribuzione dei simboli" tra chi vuole andare in coalizione con il Pd e chi guarda al centrodestra. Ai primi, infatti, dovrebbe restare quello di Alternativa popolare, ai secondi quello di Ncd. 

Il presidente del consiglio Regionale lombardo, Raffaele Cattaneo, dopo la decisione di Angelino Alfano di non ricandidarsi, ha lanciato un appello a Lega e Forza Italia per costruire un patto di centrodestra. 

"Lavoriamo per costruire una componente cattolica, liberal popolare e riformista del centrodestra, che rafforzi assieme a Forza Italia l'area moderata. A Forza Italia lancio quindi un appello: valutiamo la possibilità di costruirla assieme. Ad esempio presentando una lista unica che rappresenti le diverse anime del centrodestra".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ap, trovata intesa tra Alfano e Lupi per "separazione consensuale"

Today è in caricamento