rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Elezioni Politiche 2018

Elezioni 2018, Berlusconi pronto ad accogliere i grillini espulsi dal M5s

Il premier a Corriere Live: "Non si dice mai di no a chi dice che sottoscrive il nostro programma". E sulle pensioni: "Legge Fornero? Bastano poche modifiche"

Silvio Berlusconi è pronto ad accogliere in un’ipotetica maggioranza di governo i candidati del M5s espulsi dal Movimento per il caso 'Rimborsopoli' o perché accusati di aver aderito alla massoneria. Lo ha fatto sapere l’ex premier intervistato dal Corriere della Sera. Futuri responsabili tra i fuoriusciti Cinque Stelle? "Non si dice mai di no a chi dice che sottoscrive il nostro programma" ha detto Berlusconi ospite di Corriere Live.

Il leder di Forza Italia ha spiegato che "saremmo molto convenienti per loro perché potrebbero incassare l’indennità parlamentare nella sua totalità". Alla domanda se dunque li contatterà, replica: "No, magari loro parleranno con qualche nostro parlamentare. Ma non credo ne avremo bisogno perché arriveremo al 40%".

L’ex premier ha poi smentito di nuovo l’ipotesi di larghe intese con il Pd se nessuna delle coalizioni dovesse ottenere la maggioranza, "primo perché siamo convinti di arrivare al 40% che ci garantirà un governo stabile per cinque anni, e poi perchè essendo stata colpa degli ultimi 4 governi l’aver portato l’Italia in questa situazione, non credo che potremmo conciliare i nostri programmi con i loro".

“Legge Fornero, bastano poche modifiche”

La legge Fornero "è stata fatta in fretta, ha penalizzato persone a pochi mesi dalla pensione cambiando loro i programmi di vita, con persone anziane non più adatte a svolgere certi lavori", ha detto ancora l’ex Cavaliere. Ma "per migliorarla basterebbero alcune modifiche. O anche fare una legge nuova ma mantenendo fermi alcuni principi di quella che c'era prima".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2018, Berlusconi pronto ad accogliere i grillini espulsi dal M5s

Today è in caricamento