Domenica, 1 Agosto 2021
Elezioni Politiche 2018 Italia

Elezioni, scontri a Bologna: antifascisti occupano la piazza di Forza Nuova

Scontri in piazza Galvani tra la Polizia e gli antifascisti che avevano occupato la piazza per impedire il comizio di Forza Nuova previsto per stasera: feriti alcuni manifestanti e una giornalista

Scontri a Bologna in piazza Galvani tra la Polizia e gli antifascisti che avevano occupato la piazza per impedire il comizio di Forza Nuova previsto per stasera in cui il leader della formazione di estrema destra Roberto Fiore presenterà i candidati alle elezioni del 4 marzo.  La polizia poco dopo le 14 ha sgomberato il presidio di centri sociali e antagonisti.

Secondo quanto riporta Bologna Today almeno quattro manifestanti sono rimasti feriti. Le foto mostrano i volti insanguinati di alcuni giovani rimasti colpiti dai manganelli delle forze dell'ordine. Un corteo improvvisato ha mandato in tilt il traffico nel capoluogo emiliano.

Nella piazza già riservata all'iniziativa di Forza Nuova, verso ora di pranzo si sono dati appuntamento alcuni rappresentati del Collettivo universitario autonomo, con gli striscioni "Contro ogni suprematismo e preferenza nazionale. Antifascismo militante. Casa, reddito, dignità per tutti" e "La zona universitaria è antifascista". I centri sociali, a poche ore dalla manifestazione, stanno chiamando a raccolta altri gruppi di antagonisti e i cittadini per partecipare alla contro-manifestazione.

Quando la Polizia, in tenuta anti sommossa, si è schierata e ha cominciato ad avanzare per sgomberare la zona e sono partite prima le spinte, poi uno scambio di manganellate da un lato e colpi sferrati con le aste dei cartelli dall'altro. I manifestanti sono stati spinti su via Farini e lì, mentre indietreggiavano, la Polizia ha di nuovo cominciato a manganellare. Si è vista volare almeno una bottiglia di vetro. Diversi manifestanti risultano contusi, e anche una giornalista del 'Corriere di Bologna' è stata colpita da una manganellata sulla mano con cui teneva lo smartphone per riprendere la scena.

La cronaca di Bologna Today

E' iniziato con un blitz in consiglio comunale quella che si prospetta come una lunga giornata in centro a Bologna. Dopo giorni di polemiche per la concessione di Piazza Galvani a Forza Nuova e all'intervento del leader Roberto Fiore, il collettivo Hobo ha fatto irruzione a Palazzo d'Accursio, durante la seduta del consiglio comunale. 

Articolo in aggiornamento

Elezioni, scontri in piazza a Bologna

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In campo scendono anche 'Lo stato sociale', la band reduce dal secondo posto al festival di Sanremo. Il batterista della band, Alberto "Bebo" Guidetti, si rivolge all'assessore Matteo Lepore, che nei giorni scorsi aveva invitato la band a suonare in piazza. "Matteo Lepore perdona il disturbo - scrive Guidetti su Facebook - ma ormai abbiamo una dialettica pubblica e anche un pubblico affezionato: come è possibile che questo venerdì venga concessa piazza Galvani per il comizio di un'organizzazione neo-fascista?".

"Dubito sia uno scherzo di carnevale di dubbio gusto (e in ritardo) e sarebbe bello che l'amministrazione di Bologna, medaglia d'oro alla resistenza, si opponesse fermamente a questo tipo di iniziative iniziando a negare suolo e spazi pubblici".

Elezioni 2018

Come si votacandidatisimboliprogrammisondaggi

Tutti gli articoli dello speciale elezioni

Elezioni regionali | Elezioni Lazio | Elezioni Lombardia

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, scontri a Bologna: antifascisti occupano la piazza di Forza Nuova

Today è in caricamento