Sabato, 25 Settembre 2021
Elezioni Politiche 2018 Italia

Pensioni, tasse e lavoro: quanto costano le promesse del programma del M5s

Le proposte del Movimento 5 stelle costano almeno 140 miliardi all'anno, quanto 7 manovre finanziarie, ma in un solo anno

Il programma del Movimento 5 stelle e i 20 punti annunciati da Luigi di Maio costano almeno 140 miliardi all'anno, quanto 7 manovre finanziarie, ma in un solo anno.

Il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi fa le pulci al programma del Movimento 5 stelle annunciato dal candidato premier Luigi di Maio.

Tra reddito di cittadinanza, quota 100 e quota 41 per le pensioni, investimenti alle famiglie, assunzioni, investimenti strategici, no tax area e riduzione dell'Irpef si arriva a 140 miliardi l'anno. Solo per considerare le misure quantificate, poi ci sono le altre annunciate: la cosiddetta pensione di cittadinanza, manovre cosiddette choc per le imprese, l'annuncio dell'aumento della spesa sanitaria, assunzione di 200mila netturbini e operatori del settore rifiuti: "Si arriverebbe a 200 miliardi, quantomeno".

Cedolino Inps, come controllarlo on line

"La sola riduzione di 40 punti del rapporto debito/Pil è un'operazione che costerebbe altre decine di miliardi. Dove si prendono queste decine e centinaia di miliardi" si chiede Anzaldi.

I costi del programma del Movimento 5 stelle

Il reddito di cittadinanza: 14,9/30 miliardi di euro. Secondo l'Istat il costo totale del reddito di cittadinanza, come contenuto nel il disegno di legge presentato nella corrente legislatura dal Movimento 5 Stelle, ha un costo di circa 14,9 miliardi di euro. La cifra era stata fornita dal presidente dell'istituto Giorgio Alleva, nel corso dell'audizione alla Commissione Lavoro e previdenza sociale del Senato.  La spesa sarebbe stata destinata a 2 milioni e 759 mila famiglie con un reddito inferiore alla linea di povertà. 

Secondo le stime del presidente dell'Inps Tito Boeri presentata in audizione al Senato la misura avrebbe invece un costo per lo Stato ben più alto, e si aggira intorno ai 30 miliardi. Nel testo dell'ente previdenziale non mancano inoltre critiche all'impianto universalista

Come calcolare la mia pensione futura, il servizio dell'Inps

Pensioni, quota 100 e quota 41: nel 2015 l‘Inps aveva stimato che la eventuale introduzione di una ‘quota 100’ con almeno 35 anni di contributi e 62 anni di età, "nel punto massimo arriverebbe a costare 10,6 miliardi di euro nel 2019”. Il combinato delle due misure potrebbe arrivare a costare oltre 20 miliardi per le casse dello Stato.

Riduzione Irpef: la riduzione delle aliquote Irpef arriverebbe a costare almeno 12 miliardi di euro.

No tax area: l'eliminazione delle imposte per chi non arriva a 10 mila euro di reddito avrebbe un impatto sui conti di almeno 6 miliardi di euro. 

Al netto dei 50 miliardi di investimenti promessi 'nei settori strategici', e de 17 miliardi alle famiglie, e al miliardo per le 20mila assunzioni per immigrazine e sicurezza porta il conto delle promesse elettorari al 140 miliardi di euro, l'anno

Elezioni 2018

Inclusione, cittadinanza, dignità: le promesse elettorali sul reddito
Quota 41, legge Fornero e aumenti alle minime: tutte le proposte sulle pensioni
Tasse e promesse elettorali: cosa propongono i partiti in vista del voto 2018
Bollo auto, Imu e "pace fiscale": le possibili novità per chi è senza reddito

Elezioni politicheElezioni Lazio | Elezioni Lombardia

Tutti gli articoli dello speciale elezioni

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensioni, tasse e lavoro: quanto costano le promesse del programma del M5s

Today è in caricamento