Sabato, 25 Settembre 2021
Elezioni Politiche 2018 Italia

Emma Bonino si candida alle elezioni 2018: la lista "+Europa" alleata del Pd

Non ci sarà un programma comune con il Partito Democratico ma una forma di apparentamento nei collegi uninominali. 

Alle elezioni politiche 2018 i radicali italiani saranno in campo con la lista "+Europa", ed Emma Bonino sarà il nome del candidato premier. La lista potrebbe orbitare nella coalizione che fa capo al Pd insieme alla lista "Insieme" che vede già schierati socilisti, verdi e civici.

"Con il Partito democratico c'è un dialogo aperto. Penso che nei prossimi giorni sicuramente troveremo il modo ancora di incontrarci" spiega il segretario nazionale di Radicali Italiani, Riccardo Magi.

Non ci sarà un programma comune con il Partito Democratico ma una forma di apparentamento nei collegi uninominali. 

"Noi poniamo un'urgenza principale, cioè, abbiamo di fronte in tutta Europa la sfida tra nazionalismi e sovranismi da una parte - ha spiegato Magi a margine della presentazione del comitato "+Europa con Emma Bonino" di Bologna - e rilancio dell'integrazione europea dall'altra. Purtroppo siamo un po' soli a farlo perché la retorica anti-europeista e' sulla bocca di tutti i leader dei principali schieramenti politici".

Lega e M5s al governo insieme?

"La Lega e il M5S hanno di fatto lo stesso programma, antieuropeista e anti-euro, e non stupiscono dunque le voci circa un possibile governo comune, qualora la somma dei loro seggi comportasse una maggioranza a Montecitorio e Palazzo Madama. Non stupisce neppure che tra i punti di maggiore convergenza ci sia l'abolizione della legge Fornero, cioé la proposta più demagogica e irresponsabile, sia per gli effetti sul bilancio pubblico, sia per la credibilità dell'Italia sui mercati che ne finanziano il debito".

"Lega e Movimento 5 Stelle sanno benissimo di non potere mantenere questa promessa - spiega Carmelo Palma, tra i promotori di +Europa con Emma Bonino - ma continuano a rilanciarla, trattando gli elettori da poveri creduloni e inquinando il confronto politico con una fake news elettoralistica. Noi pensiamo, al contrario che l'etica politica non sia l'esibizionismo della virtu' morale dei candidati, ma lo spirito di verita' con cui i partiti hanno il dovere di parlare agli elettori".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emma Bonino si candida alle elezioni 2018: la lista "+Europa" alleata del Pd

Today è in caricamento