Lunedì, 8 Marzo 2021
Trento

Elezioni regionali Trentino Alto Adige 2018: i sondaggi "vedono" il cambiamento

La guida al voto per le elezioni regionali in Trentino Alto Adige. Un milione di cittadini alle urne per eleggere i consigli provinciali di Trento e Bolzano

Domenica 21 ottobre 2018 un milione di cittadini italiani che vivono nelle province autonome di Trento e Bolzano saranno chiamati alle urne per le elezioni regionali 2018 del Trentino Alto Adige

I seggi saranno aperti dalle ore 07 alle 21 e i residenti nel Trentino Alto Adige andranno a eleggere i propri consigli provinciali che poi andranno a formare il consiglio regionale. Nel solo Trentino gli elettori voteranno direttamente anche il nuovo presidente della provincia autonoma di Trento.

Lo spoglio delle schede elettorali inizierà subito dopo la chiusura delle urne, e i risultati delle elezioni regionali in Trentino Alto Adige potrebbero essere ufficializzati entro poche ore dalla chiusura dei seggi. 

Elezioni regionali Trentino Alto Adige 2018

Questa tornata elettorale sarà importante non solo perché costituisce la prima vera prova elettorale per le forze politiche che sostengono il nuovo governo, Movimento 5 Stelle e Lega; secondo quanto mostrano sondaggi le elezioni regionali del Trentino Alto Adige 2018 potrebbe costituire un voto storico: i partiti autonomisti a Trento potrebbero per la prima volta finire all’opposizione, mentre a Bolzano il Südtiroler Volkspartei rischia di doversi alleare per la prima volta con il centrodestra, invece che con i tradizionali alleati di centrosinistra.

Anche Silvio Berlusconi si prepara a una full immersion in Trentino per le provinciali di domenica. Il Cav, raccontano fonti azzurre, è pronto a scendere in campo per il rush finale della campagna elettorale a sostegno del candidato governatore del centrodestra, il leghista Maurizio Fugatti: il 18 sarà a Trento per un intervento pubblico (dovrebbe essere intervistato da Alessandro Sallusti al 'Grand Hotel Trento', alle 18). Il leader forzista vorrebbe trattenersi uno-due giorni in Trentino per far sentire la sua voce e la presenza di Fi sul territorio.

Elezioni in Alto Adige: le ultime notizie

In Alto Adige alle elezioni di domenica 21 ottobre gli elettori residenti nella provincia autonoma di Bolzano possono votare tra le 14 le liste presenti: Team Köllensperger; Süd-Tiroler Freiheit; Die Freiheitlichen; Bürgerunion für Südtirol; Forza Italia; SVP Südtiroler Volkspartei; Noi Alto Adige Südtirol; Verdi - Grüne – Verc; Vereinte Linke Sinistra unita; L’Alto Adige nel cuore Fratelli d’Italia uniti; Lega Nord; PD Partito Democratico - Demokratische Partei; Casapound Italia; MoVimento 5 Stelle.

Il sistema elettorale della provincia di Bolzano non prevede alleanze precedenti al voto, quindi tutti i partiti corrono da soli in un sistema sostanzialmente proporzionale

Il partito autonomista Südtiroler Volkspartei, nel 2013 si aggiudicò la vittoria con il 45,7% dei voti ottenendo così 17 consiglieri su 35 ma non ottenne - per la prima volta - la maggioranza assoluta e fu costretta ad allearsi con il Partito Democratico. Ruolo da protagonista anche per gli indipendentisti della lista Die Freiheitlichen che cinque anni fa prese il 17,9% e 6 consiglieri. Il partito indipendentista di destra Süd-Tiroler Freiheit nel 2013 riuscì ad arrivare al 7,2% dei voti eleggendo così tre consiglieri.

Secondo i sondaggi realizzati quest’estate, Lega e Movimento 5 Stelle dovrebbero crescere superando entrambe il 5% e costringendo la SVP (visto in calo) cambiare alleato di governo anche in virtù di un Partito Democratico sempre più debole e candidato ad eleggere un solo rappresentante nel consiglio provinciale.

Elezioni in Trentino: le ultime notizie

In Trentino alle elezioni di domenica 21 ottobre gli elettori residenti nella provincia autonoma di Trento possono votare direttamente per il candidato presidente: ogni elettore può votare un singolo partito collegato ad un candidato presidente, indicando la preferenza per massimo tre consiglieri.

La legge elettorale del Trentino garantisce alla lista del candidato più votato un premio di maggioranza pari a 18 seggi su 35 mentre, nel caso arrivi a ottenere almeno il 40% dei voti, il premio sarà di 21 seggi su 35. Un seggio è riservato alla minoranza ladina.

Come abbiamo già detto Maurizio Fugatti è il candidato del Centrodestra che vede uniti Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, UdC, Autonomisti Popolari, Civica Trentina, Associazione Fassa, Agire per il Trentino e Progetto Trentino.

Il Centrosinistra candida invece Giorgio Tonini (Partito Democratico, Unione per il Trentino e Futura 2018). Filippo Degasperi è il candidato del Movimento 5 Stelle. In corsa anche Ugo Rossi per il Partito Autonomista trentino Tirolese, Antonella Valer per Liberi e Uguali e L’Altro Trentino a SinistraFilippo Castaldini per CasaPoundMauro Ottobre per Autonomia Dinamica, Paolo Primon per la lista Popoli Liberi, Roberto De Laurentis per Tre Territorialità Responsabilità EconomiaFerruccio Chenetti per Moviment Ladin de Fascia, Federico Mnegaglia per Riconquistare l’Italia.

Come si vota: la guida di Trento Today

I sondaggi indicano come dalle urne possa nascere un quadro totalmente ridisegnato rispetto all'immagine dell'enclave di centrosinistra del Nord: alle elezioni regionali 2013 Ugo Rossi, candidato dell’alleanza tra PD e autonomisti, raccolse più del 58 per cento dei voti, ma se il Pd vantava il 22% dei consensi alle elezioni politiche del 4 marzo 2018 il consenso era sceso al 14%. Inoltre al contrario del centrosinistra che correrà diviso, il Centrodestra si è riunito ed è considerato la coalizione favorita. Poche aspettative dal candidato del Movimento 5 stelle che nel 2013 raccolse il 6,6% benché alle ultime elezioni politiche i pentastellati abbiano sfiorato il 20% dei consensi. 

Salvini punta alla Padania? Domenica il Trentino e poi Piemonte ed Emilia 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni regionali Trentino Alto Adige 2018: i sondaggi "vedono" il cambiamento

Today è in caricamento