Elezioni Sardegna, una partita a tre ma il test è nazionale

Sono sette i candidati presidenti della Regione Sardegna che si presentano alle elezioni regionali di Domenica 24 febbraio 2019 ma il turno elettorale è una partita a tre

Sette aspiranti presidenti, 1364 candidati in 8 circoscrizioni, 24 liste, ma le elezioni in Sardegna sono una partita a tre. Weekend elettorale per i cittadini dell'isola dove si sono alternati i leader di centrodestra e movimento 5 stelle. Partito democratico in tono minore si affida al civismo. Ma andiamo per ordine e conosciamo i candidati governatori ricordando che lo spoglio inizierà alle 7 di lunedì 25 febbraio.

>> Risultati Elezioni Sardegna 2019

Sono sette i candidati presidenti della Regione Sardegna che si presentano alle elezioni regionali di Domenica 24 febbraio 2019. Se la continuità territoriale resta una bella grana al futuro assessore regionale ai trasporti, sono state le proteste dei pastori sardi per il prezzo del latte di pecora ad aver trasformato il voto regionale in un test nazionale.

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha investito molto sul voto in Sardegna impegnando sull'isola il Ministero leghista dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio puntando a strappare al Movimento 5 stelle la palma di primo partito dell'isola conquistato alle politiche 2018 (alle Regionali 2014 il M5s non si era presentato a causa di dissidi interni). Un potenziale ostacolo al primato della Lega viene dalla larga coalizione di centrodestra che incamera lo storico partito autonomista, il Partito Sardo d’Azione. Ma anche dalla riconoscibilità civica del candidato del centrosinistra in cui il Partito Democratico si presenta "nascosto" in una coalizione di 8 liste. 

elezioni sardegna candidati-2

Undici liste con 643 candidati sostengono Christian Solinas candidato del centrodestra per Lega, Forza Italia, Psd'Az, Udc, Fdi, Riformatori Sardi, Energie per l'Italia, Unione Democratica Sarda, Sardegna 20Venti, Sardegna Civica, Frtza Paris.

Chi è Christian Solinas | Candidato centrodestra elezioni Sardegna

elezioni sardegna centrodestra-2

Christian Solinas è il segretario nazionale del Partito Sardo d'Azione dal 25 ottobre 2015. Nato a Cagliari 42 anni fa è stato consigliere regionale nella XIV e XV legislatura con il Partito Sardo d'Azione, si è dimesso il 30 aprile 2018 perché eletto senatore con la Lega. Solinas ha ricoperto l'incarico di assessore dei trasporti della Giunta guidata da Ugo Cappellacci (Fi) dal 28 febbraio 2011 al 7 marzo 2013.  A Palazzo Madama ricopre l'incarico di vicepresidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere.

Il centrosinistra sostiene Massimo Zedda con 8 liste per un totale di 433 candidati: 'Noi, la Sardegna con Massimo Zedda', Campo Progressista, Leu, Pd, Cristiano Popolari Socialisti, Sardegna in Comune, Progetto Comunista e Futuro Comune.

Chi è Massimo Zedda | Candidato centrosinistra elezioni Sardegna

massimo zedda-2

Massimo Zedda, nato a Cagliari 43 anni fa, diploma di maturità classica al Liceo 'Siotto' di Cagliari, è stato consigliere regionale della Sardegna da marzo 2009, nel gruppo consiliare Sinistra Ecologia e Libertà - Comunisti - Indipendentistas. Consigliere del Comune di Cagliari da giugno 2006, nel gruppo consiliare La Sinistra - Rossomori è stato eletto Sindaco del Comune di Cagliari per il centrosinistra nel mese di giugno 2011 per la prima consiliatura e confermato sindaco alle comunali di giugno 2016. È tutt'ora il primo cittadino in carica.

Il Movimento 5 stelle sostiene Francesco Desogus con una lista di 60 candidati.

Francesco Desogus, impiegato 58enne di Sestu (Cagliari), è laureato in Agraria all'Università di Sassari ed è un funzionario della Città Metropolitana di Cagliari.

Chi è Francesco Desogus | Candidato M5s elezioni Sardegna

francesco desogus-2

Francesco Desogus è risultato il vincitore delle 'regionarie' con 450 voti dopo che l'ex sindaco di Assemini (Cagliari), Mario Puddu rinunciò alla candidatura per una recente condanna in primo grado per abuso d'ufficio.

Tra gli altri candidati vi sono: Mauro Pili è il candidato di 'Sardi Liberi', Paolo Maninchedda per il Partito dei Sardi, Andrea Murgia con autodeterminazione, tutti con 60 candidati, mentre Vindice Lecis, sostenuto da Sinistra Sarda, Rifondazione, Comunisti Italiani ha 48 candidati.

Elezioni Sardegna, 5 candidati rinviati a giudizio

"Sono cinque i candidati all'assemblea regionale sarda la cui candidatura non è conforme alla disciplina del codice di autoregolamentazione della formazione delle liste elettorali, in quanto rinviati a giudizi e con fase dibattimentale in corso". Lo ha detto il presidente della Commissione Antimafia, Nicola Morra, nel corso della riunione della stessa commissione a San Macuto.

"Risultano poi tre nominativi di candidati che avendo riportato sentenza di condanna in primo grado vedrebbero, qualora eletti, sottoposto a sospensione di diritto la loro carica di rappresentanza nell'assemblea regionale".

Elezioni Sardegna, chi sono gli "impresentabili"

  • Gianfranco Ganau (Pd Sardegna Zedda presidente) imputato per tentata concussione in concorso. Il dibattimento è in corso;
  • Valerio Meloni (Pd Sardegna Zedda presidente) imputato di tentata concussione in concorso. Il dibattimento è in corso;
  • Antonello Peru (Forza Italia - Berlusconi per la Sardegna) imputato di concussione aggravata. Il dibattimento è in corso;
  • Giovanni Satta (lista Solinas Presidente che appoggia il Cdx), imputato di tre procedimenti: per riciclaggio in concorso con altri al Tribunale di Nuoro, al tribunale di Tempio Pausania per riciclaggio, al tribunale di Cagliari per associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti aggravata dall`ingente quantitativo e dall`essere reato transnazionale;
  • Marco Carlo Marra (Partito dei Sardi Facciamo lo stato) imputato di corruzione per un atto contrario ai doveri d'ufficio;

Altri tre candidati hanno riportato sentenze di condanne in primo grado per la legge Severino e in caso fossero eletti scatterebbe la sospensione:

  • Maurizio Porcelli (lista Solinas presidente) che risulta essere stato condannato dal Tribunale di Cagliari il 17 maggio 2018 per 4 reati di abuso d'uffici alla pena di un anno e sei mesi di reclusione . E` stato proposto appello;
  • Alberto Randazzo (Forza Italia - Berlusconi per la Sardegna), condannato dal tribunale di Cagliari il 20 febbraio 2017 a 3 anni di reclusione per peculato continuato. È stato proposto appello;
  • Oscar Salvatore Giuseppe Cherchi (Forza Italia - Berlusconi per la Sardegna), condannato dal Tribunale di Cagliari nel 2017 a 4 anni di reclusione per peculato continuato. Anche in questo caso è stato proposto appello.

Elezioni Sardegna, 24 liste per 7 presidenti

Sono otto le circoscrizioni elettorali della Sardegna che eleggerano i 58 consiglieri regionali della XVI Legislatura che si siederanno sui banchi del Palazzo di via Roma a Cagliari. I collegi sono quelli di Cagliari, che elegge 20 consiglieri, Medio Campidano (3), Iglesias Carbonia (4), Oristano (6), Ogliastra (2), Nuoro (6), Olbia Tempio (6) e Sassari 12.

Il candidato presidente che riporta il maggior numero di voti viene eletto e la coalizione vincitrice ha diritto al premio di maggioranza in ragione del 55 per cento dei seggi in Consiglio, cioè 33 consiglieri se riporta una vittoria tra il 25 e il 40 per cento. Superando la soglia del 40% il premio di maggioranza è del 60%, pari a 36 seggi. Potrebbe accadere, come successo nelle elezioni del 2014, che la coalizione perdente vinca per numero di consiglieri, che comunque non tutti vengono eletti perché rappresentanti di una coalizione perdente.

Per essere rappresentata in Consiglio regionale una coalizione o un partito, dev'essere superato lo sbarramento rispettivamente del 10 e del 5%. È possibile esprimere una preferenza ma all'interno delle stessa lista può essere aggiunto il voto ad un candidato di genere diverso.

Chi vince le elezioni in Sardegna | Come si vota | Rimborsi | Ultime notizie e sondaggi

La votazione avrà inizio subito dopo la chiusura delle operazioni preliminari degli uffici di sezione, che cominceranno alle 6.30 e si protrarrà sino alle 22 della stessa giornata di domenica. Per poter votare occorre presentarsi al seggio muniti della tessera elettorale e di un documento di riconoscimento. Qualora la tessera elettorale sia stata smarrita o si sia deteriorata, si può chiedere il duplicato o l'attestato sostitutivo rivolgendosi, anche negli stessi giorni della votazione, all'Ufficio elettorale del Comune di iscrizione nelle liste elettorali.

Al seggio sarà consegnata ad ogni elettore un'unica scheda di colore verde con una matita copiativa. Sulla scheda l'elettore può esprimere il proprio voto sia per un candidato alla Presidenza della Regione sia per una qualunque delle liste circoscrizionali, anche non collegata al Presidente votato.

È possibile esprimere uno o due voti di preferenza per i candidati consigliere delle liste circoscrizionali indicando il cognome ovvero il nome e il cognome dei candidati prescelti. Nel caso di espressione di due preferenze esse devono riguardare due candidati di genere diverso della stessa lista circoscrizionale. Lo spoglio inizia alle 7 di lunedì 25 febbraio e dovrà concludersi entro le 19.

Elezioni 2019

Dopo l'Abruzzo  strappato il 10 febbraio scorso  dal centrodestra alla precedente amministrazione di centrosinistra, domenica 24 febbraio sarà la volta della Sardegna. Un mese dopo si svolgeranno le elezioni regionali in Basilicata, previste per il 24 marzo dopo che il Tar ha accolto il ricorso del Movimento 5 Stelle contro la data del 26 maggio in accorpamento alle elezioni europee.

In Piemonte la data per la tornata elettorale regionale non è stata ancora decisa, ma non è escluso che possa tenersi il 26 maggio. Previste anche le amministrative nei Comuni, mentre restando in tema di regionali, le altre due Regioni chiamate al voto nel 2019 saranno, in autunno, Calabria ed Emilia Romagna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Loredana Bertè: "Abbiamo nascosto in soffitta Mimì per un anno"

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: i numeri di sabato 7 dicembre 2019

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Ladri in casa di Luca Argentero: "Mi hanno rubato il Telegatto". Un follower lo gela

Torna su
Today è in caricamento