rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Sondaggi elettorali

Sondaggi elezioni 2013 - Imu, "promessa poco credibile": gli italiani voltano le spalle a Silvio

Per i sondaggisti vicini a Berlusconi la proposta choc sull'Imu vale l'1,5% dei consensi. Ma un'analisi Demopolis dimostra che per il 51% degli elettori si tratta solo di una "promessa elettorale poco credibile".

Può una proposta 'choc' come quella di restituire agli italiani quanto versato per l'Imu sulla prima casa rivelarsi un buco nell'acqua dal punto di vista del seguito elettorale? Stando al sondaggio Demopolis per "Otto e mezzo", la risposta è sì.

Gli italiani, in "larghissima maggioranza", non si fidano della proposta di Berlusconi sull'Imu.

Per il 51% degli intervistati la proposta di abolire l'imposta sulla prima casa, restituendo quanto versato nel 2012, è una promessa elettorale poco credibile, solo per il 15% invece è un'idea giusta e realizzabile. Per oltre un terzo degli elettori, il 34%, è una proposta auspicabile anche se oggi non fattibile.

"Gli italiani, in larghissima maggioranza, sembrano non fidarsi della promessa di Berlusconi - afferma il direttore di Demopolis Pietro Vento - ma la proposta ha già determinato i suoi effetti sul consenso, con una crescita di quasi un punto e mezzo per il Pdl".

Il Pdl - calcola Demopolis - passa infatti dal 18,6% dell'1 febbraio al 20% odierno, con un lieve ulteriore recupero di tanti ex elettori confluiti da mesi nell'area grigia dell'indecisione e del non voto.

LEGGI LO SPECIALE ELEZIONI

Come emerge dall'analisi sui flussi elettorali realizzata per il programma di La7 condotto da Lilli Gruber, il Pdl è il partito che riscontra oggi una minore fedeltà rispetto al 2008: appena 43 su 100 confermerebbero il voto delle precedenti elezioni, 22 sceglierebbero un'altra lista, 35 ex elettori su 100 appaiono ancora incerti o potenziali astensionisti. E proprio gli indecisi saranno ancora una volta determinanti per l'esito delle elezioni.

"Sia Grillo che Monti - sostiene Pietro Vento - appaiono in grado di attingere, in modo trasversale, ai bacini potenziali sia di Centrodestra che di Centrosinistra. Molto liquido appare soprattutto l'elettorato di Centrodestra: quasi un elettore potenziale su due prende in considerazione anche altre opzioni. Principale argine alla rimonta di Silvio Berlusconi - conclude il direttore dell'Istituto Demopolis - appare oggi il Movimento 5 Stelle di Grillo, in ulteriore crescita negli ultimi giorni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondaggi elezioni 2013 - Imu, "promessa poco credibile": gli italiani voltano le spalle a Silvio

Today è in caricamento