rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Sondaggi elettorali

Elezioni politiche 2013 - Sondaggi: Friuli Lombardia, Piemonte e Campania in bilico

Se Veneto e Sicilia sono ormai 'date' al centrodestra, nelle restanti quattro regioni 'calde' la partita è apertissima. Tecnè (per Sky) disegna Palazzo Madama oggi. Dove non governerebbe nessuno

Quattro regioni - Lombardia, Piemonte, Campania e Friuli - in bilico con uno scarto tra le due coalizioni inferiore al 3%. Altre due con un divario del 4% che andrebbero al centrodestra: Veneto e Sicilia.

Di fatto, a seconda del risultato in queste regioni, i ''numeri'' al Senato determinerebbero tre diverse ipotesi di governo: il centrosinistra a Palazzo Chigi se vince in Lombardia; la coalizione con Monti se in Lombardia vincesse il centrodestra; una larga coalizione qualora il centrodestra si aggiudicasse anche Piemonte e Campania.

E' quanto emerge dal sondaggio effettuato da Tecnè per Sky Tg24 che fornisce non solo seggi che le diverse forze politiche prenderanno alla Camera e al Senato, ma anche la distribuzione nelle singole regioni per Palazzo Madama.

Dalla comparazione del dato nazionale emerge una maggiore propensione verso il voto utile per il Senato, dove centrosinistra, centrodestra e montiani aumentano lievemente le loro percentuali a scapito sia di alcuni 'piccoli' che, soprattutto, di Grillo (che comunque resta il terzo in graduatoria).

LEGGI LO SPECIALE SONDAGGI

Queste le intenzioni di voto, in percentuale, alla Camera e al Senato, escludendo le circoscrizioni estere:

Camera

Centrosinistra 33,1
Centrodestra 29
Movimento 5 Stelle 16,1
Lista Monti 13,3
Rivoluzione civile 4,9
Fermare il declino 1,4
Amnistia, Giustizia, Libertà 0,5
Altri 1,7

Senato

Centrosinistra 33,7
Centrodestra 29,2
Movimento 5 Stelle 15,1
Lista Monti 13,5
Rivoluzione civile 4,8
Fermare il declino 1,4
Amnistia, Libertà e Giustizia 0,5
Altri 1,8

Decisamente più significativo il dato sull'attribuzione dei seggi. Ma se alla Camera il dato è piu' facilmente determinabile, per il Senato bisogna ricorrere a due ipotesi: la prima con Lombardia al centrosinistra, la seconda al centrodestra.

Dai dati sono esclusi i 12 deputati e i 6 senatori eletti nelle circoscrizioni estere e va tenuto presente che la maggioranza assoluta nei due rami del Parlamento è 316 alla Camera e 158 al Senato (161 considerando i senatori a vita).

Camera

Centrosinistra 340
Centrodestra 127
Movimento 5 Stelle 71
Listsa Monti 58
Rivoluzione civile 21

Senato con Lombardia al centrosinistra

Centrosinistra 156
Centrodestra 85
Movimento 5 Stelle 36
Lista Monti 31

Senato con Lombardia al centrodestra

Centrosinistra 141
Centrodestra 100
Movimento 5 Stelle 36
Lista Monti 31

Secondo il sondaggio comunque, attualmente (per quanto riguarda le quattro regioni in bilico con scarto inferiore al 3%) c'è una perfetta parità in Lombardia (31,7% sia per la coalizione di Bersani che per quella di Berlusconi). In Piemonte e in Campania prevale il centrosinistra (31,2% contro il 29% nella prima, 30% contro il 29,6% nella seconda) mentre in Friuli vincerebbe il centrodestra (32,4% contro il 31,8%).

Nelle altre due regioni in bilico, con scarto inferiore al 4%, prevale invece il centrosinistra: con il 30,4% contro il 27,2% in Puglia e con il 31,5% contro il 27,5% in Molise.

 Infine le altre regioni, dove gli scarti tra i due poli sono maggiori: il centrosinistra vince in 11 regioni (Liguria, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Basilicata, Calabria e Sardegna) mentre il centrodestra nelle rimanenti 2 (Veneto e Sicilia).

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni politiche 2013 - Sondaggi: Friuli Lombardia, Piemonte e Campania in bilico

Today è in caricamento