rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Sondaggi elettorali

Sondaggi elettorali 2013, la 'salita' in politica costa cara a Monti: fiducia giù dell'8%

Prima di lanciare "Scelta Civica" la fiducia degli italiani nel professore era al 38,2%. Oggi è al 30%. Secondo Weber (Swg) "il calo si spiega con la sua politicizzazione". Coalizioni: centrosinistra 34,9%; centrodestra 25,3%. "Ma Santoro farà guadagnare consensi a Berlusconi".

La scelta di Monti di "salire" in politica influenza il dato sulla fiducia nel professore che scende di otto punti rispetto allo scorso dicembre (38,2%), attestandosi al 30%. E' quanto emerge un sondaggio realizzato dall'Istituto Swg in esclusiva per Agorà, su Rai Tre.

A confermare come questo risultato sia legato al nuovo ruolo politico di Monti è Roberto Weber, presidente di Swg: "Il calo si spiega con la sua politicizzazione".

Altro dato importante che emerge dalle rilevazione è l'ormai assodato vantaggio della colazione di centrosinistra. L'asse Pd, Sel, Centro democratico è infatti dato al 34,9%.

Distaccato, quindi, di quasi 10 punti percentuali il centrodestra, fermo al 25,3%, mentre il blocco guidato dal Mario Monti (Scelta civica - Udc - Fli)  raccoglie complessivamente il 13,8% dei consensi.

Tra le prime due coalizioni e quella di Monti si inserisce il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo con il 15,9%, mentre a sinistra Rivoluzione civile di Antonio Ingroia avrebbe il 4,5%, quanto basta per superare la soglia di sbarramento almeno alla Camera.

Scende nettamente, poi, la somma di indecisi e astenuti: al 33,5% dal 43% del 7 dicembre scorso.

Primo partito è il Pd di Pierluigi Bersani con il 29,8% dei consensi, mentre il principale partner di coalizione, Sel di Nichi vendola, raccoglie il 4,4% dei voti. Centro democratico di Bruno Tabacci lo 0,7%.

Le intenzioni di voto nel centrodestra vedono il Pdl al 15,7% (secondo partito su scala nazionale), ma, avverte Swg, "dopo la presenza televisiva da Santoro, Silvio Berlusconi è cresciuto ancora, forse di un paio di punti".

La Lega Nord è al 6,1%, Fratelli d'Italia all'1,5% e La Destra all'1,1%. Meno dell'1% raccoglierebbero complessivamente Grande Sud, Mir e Fermiamo le Banche.

Al centro la Scelta civica con Monti viene accreditata dell'8,8% dei consensi, l'Udc del 4% e Fli dell'1%.

M5S con il 15,9% è terzo, ma in calo da prima di Natale quando per Swg era al 18,5%, mentre cresce Rivoluzione civile che passa dall'1,5-2% di dicembre all'attuale 4,5%.

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondaggi elettorali 2013, la 'salita' in politica costa cara a Monti: fiducia giù dell'8%

Today è in caricamento