rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Elezioni

Virginia Raggi nuovo sindaco di Roma

L'esponente del Movimento 5 Stelle conquista la Capitale battendo al ballottaggio il candidato del Pd Roberto Giachetti: ecco chi è il nuovo sindaco di Roma

Virginia Raggi è il nuovo sindaco di Roma: prima candidata donna e prima donna a sedere nello studio del Campidoglio con affaccio sui Fori Imperiali. Ai ballottaggio ha avuto la meglio sul candidato di centrosinistra Roberto Giachetti, il vicepresidente della Camera mandato in campo da Matteo Renzi in persona per cercare di salvare il Pd romano uscito commissariato dopo lo scandalo di Mafia Capitale e l'esito disastroso della consiliatura di Ignazio Marino. 

Proprio dal malcontento e dalle macerie del Campidoglio ha tratto linfa vitale il Movimento 5 Stelle e la sua candidata scelta dagli attivisti pentastellati nelle votazioni online che si sono tenute lo scorso 23 febbraio sopravanzando 1764  voti contro 1347,  il candidato Marcello De Vito ribatezzato mister preferenze dopo l'esito del primo turno. Virginia Raggi, 37 anni, è nata e cresciuta a Roma, nel quartiere San Giovanni, prima di trasferirsi a 26 anni nel quartiere Ottavia: laureata in Giurisprudenza all’Università di Roma Tre ed è specializzata in diritto d’autore, proprietà intellettuale e nuove tecnologie. Raggi racconta di aver fatto volontariato in alcuni canili della città e di aver creato alcuni Gruppi di Acquisto Solidale.

Dopo la laurea ha iniziato la pratica forense presso lo studio Previti, questione che ha destato scalpore, ma che la Raggi ha immediatamente voluto chiarire, definendo le accuse come “attacchi strumentali e vili“. Nelle sue dichiarazioni, inoltre, specifica che “sono uscita dall’università a circa 24-25 anni e ho fatto la pratica con il mio professore, che all’epoca lavorava con lo studio Previti”.
Dopo la pratica si è inserita nello studio legale associato Sammarco, occupandosi di diritto civile, giudiziale e stragiudiziale, in particolare di diritto d’autore, proprietà intellettuale e nuove tecnologie.

Virginia Raggi, sindaco di Roma

Virginia Raggi è entrata nel M5S a marzo del 2011, istituendo con il marito e Domenico Aglioti, il Gruppo del XIX Municipio. Nel 2013 è stata eletta consigliera comunale con 1.525 preferenze. In questi anni si è occupata soprattutto di scuola e ambiente, dall’opposizione. Non poche polemiche ha suscitato il contratto sottoscritto con la Casaleggio Associati dalla Raggi, insieme a tutti gli altri candidati del Movimento 5 Stelle al consiglio comunale, che la impegna a pagare una penale molto alta e a dimettersi in caso arrechi un “danno di immagine” al Movimento. Il contratto la impegna inoltre, una volta eletta, a far approvare preventivamente allo staff di Beppe Grillo tutti gli atti amministrativi di una certa importanza.

Raggi come candidata sindaco, ha puntato molto della sua campagna su mobilità, rifiuti e trasparenza, dichiarando la sua contrarietà agli sprechi per le grandi opere, ma dicendosi favorevole a un nuovo stadio e soprattutto ad affrontare la questione della metro C. Nella Roma “stuprata da una cattiva politica e da una cattiva amministrazione” come l'ha definita presentandosi agli elettori, la sua sfida e il suo volto ha convinto i romani che iniziano il lunedì sotto un'alba a 5 Stelle.

QUI I RISULTATI SU SCALA NAZIONALE

LE CITTA' PIU' IMPORTANTI AL VOTO: BOLOGNA | MILANO | NAPOLI | TORINO

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Virginia Raggi nuovo sindaco di Roma

Today è in caricamento