Venerdì, 7 Maggio 2021
Italia

Ema ad Amsterdam, il sindaco di Milano Sala agita lo spettro del complotto

"E' probabile che alla fine abbia prevalso qualche accordo politico". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, commentando l'assegnazione dell'agenzia europea del farmaco ad Amsterdam e la conseguente sconfitta di Milano: "Tutto regolare sì, ma normale no"

"E' probabile che alla fine abbia prevalso qualche accordo politico". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, commentando l'assegnazione di Ema ad Amsterdam e la conseguente sconfitta di Milano.

"Questo uscire cosi' bene dal primo turno prima degli accordi dell'ultimo momento dimostra che all'inizio c'era la volontà di premiare la candidatura più forte cioé noi. Cio' che piu' si temeva, ancora prima del rush finale, era proprio la prevalenza di accordi tra paesi che andassero oltre il merito della candidatura".

"Milano è una non capitale che si muove alla guida del paese e si prende sempre la sua buona dote di sfida. Crediamo nella città, nel territorio e in un Paese positivo" ha proseguito Sala. Concludendo quasi con uno slogan: "Crediamo nell'idea del fatto che si può fare e noi faremo".

"Milano ha delle capacità che si sono costruite negli anni e non ci sono cadute addosso. Negli ultimi 15 anni", quindi non solo con l'evento di Expo 2015. Expo ha aiutato a far capire quello che Milano era diventata, a migliorare la sua reputazione e a far capire la forza di Milano anche a chi era lontano". 

"Quando abbiamo visto il sistema di voto per la prima volta, abbiamo pensato che normale non era e non era il sistema che proponeva l'Italia" ha detto Sala riferendosi al meccanismo, approvato a giugno dall'Ue, che prevedeva l'ipotesi del sorteggio in caso di terza votazione in parità. "È veramente un po' assurdo essere esclusi perché si pesca un bussolotto. Tutto regolare sì, ma normale no" ha aggiunto Sala.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ema ad Amsterdam, il sindaco di Milano Sala agita lo spettro del complotto

Today è in caricamento