rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Dopo la sconfitta

L'ex candidato sindaco di Roma Enrico Michetti si dimette da consigliere comunale

L'avvocato 55enne ha perso al ballottaggio contro Roberto Gualtieri, candidato del centrosinistra. Al primo turno era risultato il più votato

Enrico Michetti, ex candidato sindaco di Roma uscito sconfitto al ballottaggio con Roberto Gualtieri, si dimetterà da consigliere comunale, rinunciando al ruolo di capo dell’opposizione nell’Assemblea capitolina.

Lo ha confermato lui stesso rompendo il silenzio seguito alla sconfitta al ballottaggio, motivando la scelta con ragioni legate alla “necessità di continuare ad assicura in via prioritaria, nell’attuale contesto storico politico ed economico amministrativo, la formazione, l’agigormento e l’assistenza ad amministratori e funzionari pubblici”.

Perché Michetti si è dimesso

In una dichiarazione rilasciata all’Adnkronos, l’avvocato 55enne ha parlato di “pressante consapevolezza” di quanto sia importante continuare con la formazione, assicurando che si dedicherà a questo ambito “con il massimo impegno per proseguire il percorso di valorizzazione delle risorse umane della pubblica amministrazione''.

''In tal modo - prosegue l’ex candidato sindaco - anche nella qualità di presidente della Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, potrò continuare ad offrire un contributo civico alla buona amministrazione, indubbiamente superiore rispetto a quanto potrei garantire ove assumessi il ruolo politico di consigliere di opposizione. Nel ringraziare infinitamente tutti coloro che mi hanno sostenuto resterò, con pieno senso di responsabilità, sempre e comunque a disposizione di Roma Capitale per quelle che sono le mie specifiche competenze e senza che ciò comporti alcuna spesa a carico delle casse comunali’’.

Il precedente di Carlo Calenda

Michetti era risultato il candidato più votato come sindaco di Roma al primo turno, ma al ballottaggio si è fermato al 39,85% dei volti contro il 60,15% ottenuto dal vincitore Roberto Gualtieri, candidato del centrosinistra. L’annuncio delle sue dimissioni arriva dopo quello di un altro ex candidato sindaco di Roma, Carlo Calenda.

Il leader di Azione aveva ufficializzato la sua decisione con un tweet il 21 ottobre, spiegando che “Potrei rimanere eurodeputato e fare il consigliere. Ma non lo farò. Come ho detto ai romani prima del voto - ha detto l’ex ministro dell’Economia - cederò il mio posto a Francesco Carpano che è stato il coordinatore del programma e che merita di entrare in Consiglio”. Seconda defezione in pochi giorni, insomma, da parte di due dei 4 candidati principali alla carica di sindaco di Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex candidato sindaco di Roma Enrico Michetti si dimette da consigliere comunale

Today è in caricamento