rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Politica Italia

Perché il governo vuole mandare soldati italiani in Niger

In partenza un contingente di 470 militari e 150 veicoli: dovranno addestrare le truppe nigerine e per combattere il traffico di migranti

"L'Italia manderà nelle prossime settimane una missione di addestramento delle forze nigerine che parteciperanno alla forza congiunta dei 5 paesi del Sahel". L'annuncio ufficiale è arrivato dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni al termine della riunione con il G5 Sahel organizzata dal presidente francese Emmanuel Macron. Dietro questo impegno c’è anche quello al contrasto del traffico di esseri umani.

"L'Italia deve essere consapevole del crescente interesse ad essere più presente per rafforzare il contrasto italiano ed europeo al terrorismo, al traffico illegale di migranti al traffico di droghe. Oggi si rafforza una causa decisiva per la sicurezza di tutti noi".

L'impegno militare dell'Italia nel Sahel sarà collegato all'andamento di diverse campagne militari internazionali, che hanno avuto successo nelle ultime settimane e mesi. Gentiloni ha sottolineato che una parte delle risorse potrebbe venire dall'Iraq.

"Noi abbiamo un impegno di mille militari in Iraq ed è possibile che una parte di queste forze non siano più indispensabili nel prossimo periodo".

La missione dovrà comunque essere approvata dal Parlamento ed è lecito pensare che il governo possa presentarsi alle Camere prima della fine della legislatura. La missione sarà autorizzata da un decreto legge che è già stato inviato al presidente della Repubblica.

Cosa faranno i militari italiani in Niger

Il contingente italiano dovrebbe sostituire la guarnigione francese che presidia l’avamposto Madama, un vecchio fortino della Legione Straniera a poca distanza dalla frontiera libica. Il confine tra Niger e Libia passa in mezzo al deserto ed è attraversato da numerose piste utilizzate dai trafficanti di migranti.

I militari italini saranno impegnati nell'addestramento di forze che possano contribuire alla stabilità e alla lotta contro il terrorismo nel Sahel. Il paese inoltre è importantissimo proprio per il contrasto alle rotte migratorie illegali.

militari

Nell'infografica realizzata da Centimetri i militari italiani impegnati in missione all'estero. ANSA/CENTIMETRI

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché il governo vuole mandare soldati italiani in Niger

Today è in caricamento