Giovedì, 18 Luglio 2024
Politica Roma

Family Day, è guerra di numeri: dai "due milioni" annunciati ai 300 mila reali

Secondo gli organizzatori in piazza c'erano due milioni di persone. Ma secondo stime "neutrali" la capienza massima del Circo Massimo è di 300 mila

ROMA - Massimo Gandolfini promotore del Family Day dal palco prima festeggia "un milione di persone" al Circo Massimo, poi rilancia a "siamo due milioni". Ma il Circo Massimo, benché affollato, non poteva contenere una tal numero di persone

I VERI NUMERI - La sovrintendenza capitolina lo scrive nella presentazione: "Circo Massimo, il più grande edificio per lo spettacolo di tutti i tempi è lungo 600 metri e largo 140". Quindi 84mila metri quadri. Calcolando realisticamente un numero di quattro persone a metro quadro, la capienza massima è di 336mila persone. Obiettando la capienza delle vie limitrofe si può aggiungere qualcosa, ma si deve togliere anche qualcosa per le dimensioni del palco e le vie di fuga. Questo come capienza massima. E chiunque abbia partecipato alla manifestazione ha visto comunque persone comodamente sedute sull'erba e ampi spazi vuoti

GUERRA DEI NUMERI - Del resto da sempre la guerra dei numeri scatta alla fine delle manifestazioni, di qualunque colore o motivazione siano espressione: nel 2003 Sergio Cofferati per la Cgil parlò di 3 milioni. In occasioni "meno politiche" come quella dello scudetto della Roma, era il 2001, le stime per le misure di ordine pubblico segnavano 300mila di capienza massima e una stima, considerando le vie limitrofe piene all'inverosimile, di 800mila persone. E nel giugno del 2014 il concerto dei Rolling Stones "014 on fire" è stato seguito da 71mila fans paganti. E il Circo Massimo, quel giorno, era pieno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Family Day, è guerra di numeri: dai "due milioni" annunciati ai 300 mila reali
Today è in caricamento