rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Movimento 5 Stelle

Favia, insulti e minacce di morte via facebook: "Querelo tutti"

Dopo il furionda di Piazza Pulita in cui il consigliere dell'Emilia Romagna del M5S accusa la 'mente' Gianroberto Casaleggio e il suo 'braccio', Beppe Grillo, il suo profilo è stato tempestato di insulti e minacce. Da qui, le denunce

Dopo il furionda di Piazza Pulita  "è iniziato un incubo". Così Giovanni Favia, il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle 'incastrato' dalle telecamere della trasmissione di Formigli, ha deciso di sporgere querela "nei confronti di tutti quegli utenti facebook che mi hanno minacciato di morte".

I FATTI - Dopo aver attaccato il "dispotismo" di Beppe Grillo e, soprattutto, di Gianroberto Casaleggio Favia ha infatti ricevuto insulti su insulti provenienti tanto da aderenti al movimento "che da ignoti". Fino ad arrivare "a una chiara minaccia di morte".

Sul suo profilo Facebook, infatti, ieri è comparsa la frase "Favia andrebbe sgozzato in piazza".

??E così Favia ha spiegato di essere andato alla stazione carabinieri a Porta Lame, a Bologna,  "assieme al mio avvocato per sporgere querela nei confronti degli utenti che mi hanno minacciato di morte formalizzando tutti gli atti necessari affinché la magistratura di Bologna possa identificare i responsabili di ogni condotta illecita perpetrata in mio danno e così perseguirli come prevede il codice penale".

??L'intento del grillino è di continuare a raccogliere materiale: "Valuteremo successivamente con i legali, se e come procedere nei confronti di coloro i quali si fossero resi partecipi di una campagna denigratoria che ha portato a queste conseguenze".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Favia, insulti e minacce di morte via facebook: "Querelo tutti"

Today è in caricamento