Fiducia al nuovo Governo, Conte avverte: "La Manovra sarà impegnativa"

Stop alle trivelle in Costituzione, taglio dei parlamentari e nuova legge elettorale, retta "zero" per gli asili nido, revisione del decreto sicurezza e corridoi umanitari europei: questi alcuni dei punti programmatici esposti dal premier Conte alla Camera. Lega e Fratelli d'Italia in piazza Montecitorio contestano il nuovo governo. La diretta

Conte a Montecitorio a fianco del neo ministro degli Esteri Luigi di Maio (M5s) e il ministro della Cultura Franceschini (Pd), Foto ansa

Il presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte alla Camera dei deputati ha esposto le linee programmatiche del nuovo Governo in occasione del voto di fiduciaA questo link la diretta video da Montecitorio

L'inizio della chiama per il voto di fiducia è previsto per le 19.30 mentre il risultato dovrebbe conoscersi intorno alle 21. Molti i temi toccati dal premier Conte nel suo discorso tra cui l'annunciato "green new deal" con lo stop alle trivelle da inserire anche in Costituzione, la calendarizzazione del taglio dei parlamentari e la discussione di una nuova legge elettorale. Ma anche un piano di assunzioni straordinarie per medici ed infermieri e l'azzeramento delle rette degli asili nido. 

Attenzione alla prossima manovra che sarà "importante" per usare le parole del premier che ha assicurato di voler evitare l'aumento dell'Iva e un primo intervento verso il taglio del cuneo fiscale. Sempre in campo fiscale grande spazio per l'introduzione del cosiddetto "Salario minimo" da accompagnare ad una nuova legge sulla rappresentanza sindacale e una nuova normativa per la parità di genere nelle retribuzioni

In campo dell'emergenza migranti il nuovo governo punta alla revisione del decreto sicurezza e all'apertura di corridoi umanitari europei

Nuovo governo, ultime notizie

Conte parla alla Camera dei Deputati: a Montecitorio il premier si presenta con un discorso incentrato sulla nuova stagione riformista che vedrà impegnato il Movimento 5 stelle in una nuova alleanza con il Partito Democratico.

  • Ore 16:50 - Bonino (+Europa): "Saremo opposizione"

"L'intervento del Presidente del Consiglio Conte alla Camera ha confermato le ragioni della decisione di Più Europa di collocarsi all'opposizione, ragioni che illustrerò domani al Senato". Lo scrive su Twitter la senatrice di +Europa Emma Bonino. Domani in Senato la discussione generale sulla fiducia al governo Conte inizierà alle 10. Lo ha comunicato in Aula il presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati, al termine della conferenza dei capigruppo. Per il dibattito sono previste oltre 5 ore; alle 15,30 ci sarà la replica del presidente del Consiglio, quindi le dichiarazioni di voto finale e dalle 17 la chiama per il voto di fiducia.

  • Ore 12:19 - Conte: "Per migranti corridoi umanitari europei"

Il premier Conte ha spiegato di aver avviato un dialogo con la nuova commissione europea per dar il via a una soluzione per l'emergenza migratoria dando il proprio assenso in merito a corridoi umanitari europei.

"Difesa interessi nazionali è un percorso che non essere isolazionista."

Conte ha annunciato una revisione del decreto sicurezza alla luce delle osservazioni critiche formulate dal Presidente della Repubblica:

"Significa recuperare, nella sostanza, la formulazione originaria del più recente decreto legge, prima che intervenissero le integrazioni che, in sede di conversione, ne hanno compromesso l'equilibrio complessivo".

"Abbiamo punti di convergenza decisamente promettenti", sottolinea il premier Giuseppe Conte quando nel suo discorso alla Camera cita Ursula Von der Leyen e dai banchi di Lega e Fdi si alza un boato di contrarietà, tra le tante contestazioni e interruzioni che hanno richiesto più volte il richiamo del presidente Roberto Fico.

Dai banchi di Lega e Fdi i deputati gridano 'Poltrona!poltrona!!' e "elezioni!elezioni!"

  • Ore 12:08 - Conte: "Legge sull'acqua pubblica, difesa sanità pubblica"

Il premier Conte ha annunciato un piano di assunzioni straordinarie per medici ed infermieri.

  • Ore 12:05 - Conte: "Rivedere statuto di Roma Capitale"

Il premier Conte ha auspicato una revisione dello statuto di Roma Capitale riconoscendo alla città i meriti e gli onori quale sede di Governo e ministeri. 

"È necessario rivedere il testo unico per gli enti locali, introducendo un'Agenda urbana per lo sviluppo sostenibile delle città, delle città metropolitane, di Roma capitale, il cui Statuto dovrà essere profondamene riformato, perché sia più aderente al ruolo che la città riveste, anche in quanto sede delle massime istituzioni della Repubblica"

  • Ore 12:00 - Conte: "Riduzione parlamentari e nuova legge elettorale"

Il premier Conte ha auspicato che la legge costituzionale per il taglio dei parlamentari possa essere calendarizzata al più presto per l'ultimo e decisivo voto. Conte ha auspicato anche una ampia condivisione per la riforma del sistema di voto.

Il taglio del numero dei parlamentari dovrà essere affiancata da un percorso volto a incrementare le garanzie costituzionali e di rappresentanza democratica, anche favorendo l'accesso democratico alle formazioni minori e assicurando - nello stesso tempo - il pluralismo politico e territoriale".

  • Ore 11:55 - Conte: "Obiettivo primario alleggerire pressione fiscale"

"Questo governo perseguirà una strategia molto chiara: tutti devono pagare le tasse, affinché tutti possano pagare meno". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante le dichiarazioni programmatiche alla Camera sulla fiducia al governo, preannunciando una "riforma fiscale che contempli la semplificazione della disciplina, una più efficace alleanza tra contribuenti e Amministrazione finanziaria".

"L'obiettivo primario è alleggerire la pressione fiscale, nel rispetto dei vincoli di equilibrio del quadro di finanza pubblica".

  • Ore 11:50 - Conte: "Nuova banca pubblica per gli investimenti"

"Occorre rilanciare un piano straordinario di investimenti per il Mezzogiorno, anche attraverso la istituzione di una banca pubblica per gli investimenti, che aiuti le imprese in tutta Italia"

  • Ore 11:45 - Conte: "Stop trivelle, realizzare Green new deal"

"Una nuova normativa che impedirà nuove concessioni per estrazioni di idrocarburi". Un vero e poprio stop alle trivelle, per legge che il premier Conte ha auspicato possa essere introdotto anche nella costituzione.

"Chi verrà dopo di noi, se mai vorrà assumersi l'irresponsabilità di far tornare il Paese indietro, dovrà farlo modificando questa norma di legge. Anche per evitare questi rischi che ci adopereremo affinché la protezione dell'ambiente e delle biodiversità, e auspico anche dello sviluppo sostenibile, siano inseriti tra i princìpi fondamentali del nostro sistema costituzionale".

Il governo altresì promuoverà "la rigenerazione urbana, la riconversione energetica verso un progressivo e sempre più diffuso ricorso alle fonti rinnovabili, la protezione della biodiversità e dei mari, il contrasto ai cambiamenti climatici". 

"Tutto il sistema produttivo dovrà orientarsi in questa direzione, promuovendo prassi socialmente responsabili che valgano a rendere quanto più efficace la 'transizione ecologica' e indirizzino il sistema produttivo verso un'economia circolare, che favorisca la cultura del riciclo e dismetta definitivamente la cultura del rifiuto".

  • Ore 11:40 - Conte: "Terremoto, ricostruzione prioritaria"
  • Ore 11:30 - Conte: "Identità digitale unica e per tutti"
  • Ore 11:30 - Conte: "Concorsi ordinari e straordinari nella scuola"

Concorsi ordinari e straordinari per contrastare il precariato nella scuola. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. "Per quanto riguarda la scuola - ha detto - occorre intervenire per migliorare la didattica e per contrastare la dispersione scolastica, concentrando i nostri sforzi sulla professionalità dei docenti, ai quali occorre garantire la giusta valorizzazione, anche economica, in linea con quanto accade in altri Paesi europei. Occorre anche, in questo contesto, contrastare il precariato, attraverso lo strumento di concorsi ordinari e straordinari, che riconoscano il valore dell'esperienza e, nello stesso tempo, valorizzino il merito - e i meriti - di chi, con passione e vocazione, vuole dedicarsi a far crescere le prossime generazioni. Inoltre, per assicurare l'effettività del diritto allo studio, valuteremo misure a sostegno delle famiglie meno abbienti, soprattutto nell'ottica di un innalzamento dell'obbligo scolastico"

  • Ore 11:25Conte: "Primo intervento asili nido".

Il premier Conte ha spiegato che a partire da anno scolasitico 2020-2021 il governo - di concerto con le Regioni - punta ad azzerare le rette degli asili nido quale prima misura di intervento a favore delle famiglie con redditi bassi e medi.

"Scuole e università di qualità, asili nido e servizi alle famiglie, specialmente quelle con figli, saranno dunque le prime leve sulle quali agire"

  • Ore 11:20 - Conte: "Impegno per salari adeguati".

Dal premier è arrivata la conferma di come nel programma del nuovo governo sarà presente il cosiddetto Salario minimo orario. Insieme ad una legge sulla rappresentanza sindacale è stata annunciata altresì una nuova normativa per la parità di genere nelle retribuzioni

  • Ore 11:15 -  Il primo "buffetto" del premier è per l'ex alleato Matteo Salvini. Senza nominarlo Conte ha spiegato che il nuovo governo sarà scevro da "dichiarazioni bellicose e "proclami inutili". 

"Io e tutti i miei ministri prendiamo il solenne impegno, oggi davanti a voi, a curare le parole, ad adoperare un lessico più consono e più rispettoso delle persone, della diversità delle idee. Ci impegniamo a essere pazienti anche nel linguaggio, misurandolo sull'esigenza della comprensione. La lingua del governo sarà una lingua 'mite', perché siamo consapevoli che la forza della nostra azione non si misurerà con l'arroganza delle nostre parole"

diretta montecitorio fiducia conte diretta

Nuovo governo, ecco chi sono i ministri del nuovo governo 

governo conte-6

Il governo Conte a Montecitorio, da sinistra: Roberto Gualtieri (Min Economia), Luciana Lamorgese (Interni), Giuseppe Conte (Premier), Luigi Di Maio (Esteri), Dario Franceschini (Cultura), Alfonso Bonafede (Giustizia), Lorenzo Guerini (Difesa); Nunzia Catalfo (Lavoro), Stefano Patuanelli (Sviluppo Economico), Vincenzo Spadafora (Sport), Riccardo Fraccaro (Sottosegretario Pcm), Francesco Boccia (Regioni), Roberto Speranza (Salute), Fabiana Dadone (PA)

Conte parla alla Camera dei Deputati: la diretta video

L'inizio della chiama per il voto di fiducia è previsto per le 19.30 mentre il risultato dovrebbe conoscersi intorno alle 21. Alle 13 inizierà il dibattito che proseguirà fino alle 17.30, mentre alle 17.45 è prevista la replica di Conte, prima dell'inizio delle dichiarazioni di voto. Ciascun Gruppo avrà a disposizione dieci minuti, due verranno concessi a ciascuna delle componenti del Misto, mentre 18 minuti verranno riservati per eventuali interventi a titolo personale.

Fiducia al Governo, cos'è il nuovo umanesimo

Come rimarcato più volte dallo stesso premier il suo nuovo governo persegue un nuovo umanesimo: ma cosa intende Conte con questo intento? Per il professore pugliese quello del nuovo umanesimo è un tema caro, vera e propria cifra operativa dell'esecutivo, senza perdere di vista i concetti della leale collaborazione e del rispetto di quella grammatica istituzionale.

L'idea guida è quella di adottare misure utili al Paese, a partire dalla manovra economica. Nel suo discorso il presidente del Consiglio potrebbe puntare i fari sulla necessità della dovuta attenzione alle famiglie, alle imprese, ai giovani. Un passaggio sarà certamente dedicato ai disabili e ai terremotati. L'orizzonte degli obiettivi strategici comprenderà lo sviluppo, la crescita, gli investimenti.

Tutti temi che avranno, con l'Europa, una consistenza preponderante nel suo intervento in aula. Il premier potrebbe tornare a parlare di revisione del Patto di stabilità, riecheggiando quanto detto alla Versiliana e in consonanza con le parole del Capo dello Stato.

Nella visione del premier, l'Italia può dare un apporto, da una prospettiva europeista 'critica' ma costruttiva, per avere istituzioni più vicine ai cittadini, più giusta, solidale ed equa. Un passaggio molto probabilmente sarà dedicato alla riforma fiscale all'insegna del 'pagare tutti per pagare meno', e priorità a scuola, università e ricerca. 

Fiducia al Governo, opposizione in piazza

Mentre il governo si presenterà alla Camera a piazza Montecitorio si tiene la manifestazione organizzata da Lega e Fratelli d'Italia per protestare contro la nascita del secondo governo Conte. L'intento degli organizzatori è quello di gremire la piazza di tricolori davanti ad un maxischermo in piazza Capranica.

All'inno di Mameli i manifestanti si sono messi sull'attenti, cantando a squarciagola: alcuni partecipanti sono avvolti dal tricolore, mentre qualcuno fa il saluto romano.

"Renzi, Di Maio, fuori dai coglioni, il popolo vuole libere elezioni". Dal presidio di Fratelli d'Italia, in piazza Montecitorio è questo lo slogan che si alza, mentre sul palco si alternano a parlare politici e amministratori locali del partito di Giorgia Meloni. Tutti chiedono "elezioni subito, contro i ladri di poltrone".

Alla manifestazione è prevista la presenza di molte organizzazioni impegnate nel volontariato, esponenti delle realtà imprenditoriali, e semplici cittadini. Attorno a mezzogiorno dovrebbero tenersi gli interventi dal palco della leader Giorgia Meloni, e del leader della Lega Matteo Salvini. Previsti, fra gli altri esponenti del centrodestra, Giovanni Toti e Gaetano Quagliariello.

Non sarà in piazza invece Silvio Berlusconi che a mezzogiorno è atteso a Montecitorio, nella Sala della Regina, per riunire i gruppi parlamentari azzurri e indicare la prossima linea politica. Un centrodestra di opposizione, ma diviso. Il Cav, come precisato ieri in un lungo comunicato, darà battaglia alla maggioranza M5S-Pd in Parlamento e scenderà in piazza solo ''se provano a mettere le mani nelle tasche degli italiani o a limitare la libertà''.

Fiducia al nuovo Governo, i numeri

A Montecitorio dove la maggioranza che sostiene il nuovo governo è messa in sicurezza dai 14 deputati iscritti al gruppo parlamentare di Liberi e Uguali. In tutto 341 deputati a fronte di una maggioranza richiesta di 316 voti.

numeri partiti senato-2

Discorso diverso al Senato dove il Conte bis al momento conta su 165-166 voti, ben poco margine in caso di franchi tiratori visto che la maggioranza assoluta è a quota 161.

Oltre a Movimento 5 stelle, Pd e Leu, alcuni senatori delle Autonomie hanno assicurato il loro appoggio. Occhi puntati su 8 senatori, dei quali tre dell'Svp e due senatori a vita, le cui scelte avranno un peso per assicurare la navigazione della maggioranza 'giallorossa'.

Nuovo Governo, cosa succede ora: al Senato si va alla conta

diretta montecitorio fiducia conte diretta Fiducia governo Conte diretta

Guarda anche

Nuovo governo, suona la campanella del Conte bis

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte come di rito ha suonato la campanella che segna l'inizio delle riunioni del Consiglio dei ministri.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi martedì 10 settembre 2019: i numeri vincenti

  • Michelle Hunziker, il gesto 'contro' Marica Pellegrinelli dopo l'addio a Ramazzotti

  • "Salvini deve andare a fare in c***": sconcerto in tv su La7

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 12 settembre 2019: i numeri vincenti

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 14 settembre 2019: i numeri vincenti

Torna su
Today è in caricamento