rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca / Roma

Batman lascia il carcere: domiciliari per Fiorito

L'ex capogruppo del Pdl alla regione Lazio ha potrà trascorre il Capodanno a casa. Era detenuto dal 2 ottobre con l'accusa di peculato

ROMA. Franco Fiorito, 'er Batman', l'ex capogruppo del Pdl alla regione Lazio, lascia il carcere di Regina Coeli dove era detenuto dal due ottobre scorso con l'accusa di peculato.

Questa mattina 'il federale di Anagni' ha ottenuto gli arresti domiciliari.

L'istanza di scarcerazione per Fiorito era stata presentata dal suo difensore, l'avvocato Carlo Taormina. A firmare il provvedimento è stato il gip Stefano Aprile. Il processo per l'ex capogruppo Pdl alla regione Lazio è stato fissato con rito immediato per il prossimo 19 marzo.

LEGGI: LE PAZZE SPESE DI FIORITO

Con la stessa accusa di Fiorito a processo sono andati anche gli ex capo segreteria del suo ufficio, Bruno Galassi e Pier Luigi Boschi. «Attendiamo serenamente il giudizio perchè questa vicenda - ha commentato Taormina - sia trattata come qualsiasi altro processo».

GUARDA IL VIDEO DELL'ARRESTO

In base all'ordinanza di custodia cautelare l'ex sindacao di Anagni alla Pisana avrebbe effettuato 193 bonifici per far confluire sui conti in Italia e all'estero 1 milione e 380 mila euro, parte dei 6 milioni movimentati nei due anni da capogruppo del Pdl alla Pisana. (da Roma Today)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Batman lascia il carcere: domiciliari per Fiorito

Today è in caricamento