rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Inchieste

Fiorito pronto a restituire il 'bottino' per uno sconto di pena

I legali dell'ex capogruppo Pdl alla regione Lazio hanno iniziato una "trattativa" con la Procura di Roma. 'Batman' potrebbe riconsegnare 700 mila euro dei 1,3 milioni sottratti dalle casse del partito

Franco Fiorito, "er Batman di Anagni", sarebbe pronto a restituire parte di quanto sottratto dai conti del Pdl alla Regione per avere in cambio uno sconto di pena.

La "trattativa sul bottino" con la Procura è stata avviata dai legali di Fiorito, Carlo Taormina e Enrico Pavia, ed è stata al centro dell'incontro avuto ieri con il pm Alberto Pioletti e l'aggiunto Francesco Caporale.

L'obiettivo è trovare un accordo per uno sconto di pena prima dell'inizio del processo con giudizio immediato in programma il prossimo 19 marzo. Una circostanza che dà all'imputato la possibilità di accedere al rito abbreviato, ossia a uno sconto di pena di un terzo in automatico.

Uno sconto non da poco considerando che Fiorito, in carcere dallo scorso 2 ottobre, rischia da tre a dieci anni di reclusione. E per cercare di tenere 'bassa' la condanna, Fiorito si è detto disponibile a restituire tutto - o parte- di quanto ancora non è stato rintracciato dagli inquirenti sui conti di 'Batman'. Una somma che, secondo quanto raccolto dal Nucleo valutario della Gdf, ammonta a circa 700mila euro sui 1,3 milioni sottratti dalle casse del partito.


Soldi che tornerebbero nelle disponibilità del Pdl.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorito pronto a restituire il 'bottino' per uno sconto di pena

Today è in caricamento