rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Politica Roma

Fontana di Trevi: "Percorsi per i turisti senza possibilità di fermarsi"

L'idea lanciata dal sindaco di Roma Virginia Raggi per regolare il flusso di visitatori. Ospite di Bruno Vespa a Porta a Porta ha parlato anche della nuova emergenza rifiuti: "Colpa della Regione Lazio". E' di nuovo scontro

ROMA - "A Fontana di Trevi un percorso di fruizione che non consenta di fermarsi". E' l'idea lanciata dal sindaco di Roma Virginia Raggi ospite di Bruno Vespa su Rai1 a Porta a Porta. La misura allo studio del Campidoglio studiata per regolare il flusso di turisti al capolavoro barocco arriva subito dopo che il Movimento 5 stelle aveva rigettato l'ipotesi del ministro Franceschini di limitare il numero di ingressi con una sorta di "numero chiuso".

"Noi abbiamo un corpo della polizia municipale di circa 5mila unità, l'età media è molto alta, tra 55 e 60 anni. Sorvegliano moltissimo le strade ma iniziano a sorvegliare anche tutti i monumenti" ha spiegato Virginia Raggi.

"Roma è piena di monumenti, di siti. Li stiamo già piantonando h24, ma non ho ancora il potere di moltiplicare i vigili - ha aggiunto - se io devo mettere più vigili a presidiare i monumenti, li tolgo dalle strade. Lo rivendico: abbiamo tantissimi monumenti che vanno preservati".

Poi l'ennesimo appello al Governo centrale. "Fare le battute è facile, le faccio anch'io, ma magari non stasera che la situazione è drammatica. Anche qui ho bisogno che il governo mi aiuti a piantonare meglio i monumenti affinché io possa utilizzare i vigili che ho, in un numero sottodimensionato, anche per le strade. La coperta è cortissima".

raggi porta a porta-2-2

Al centro della discussione rientra anche l'emergenza rifiuti che attanaglia la Capitale da giorni.  Raggi che attacca Zingaretti e la Regione Lazio, Renzi lo difende e Grillo scrive sul blog. Abbandonati i tavoli tecnici in Prefettura per superare il nodo del commissariamento degli impianti di Malagrotta, i rifiuti romani diventano terreno di scontro politico e mediatico dal sapore pre-elettorale. E le dichiarazioni di Virginia Raggi, ospite ieri sera a Porta a Porta, sono arrivate come benzina sul fuoco di una situazione già tesa da qualche giorno. Il braccio di ferro sugli impianti, il piano non approvato, il "sistema fallito che è stato ereditato".

Nella polemica rientrano pure i cinghiali. "Se ne deve occupare la Regione" dice la sindaca. "Il problema nasce dai troppi rifiuti nei cassonetti stracolmi" replica la Regione. La giornata di ieri è terminata in una valanga di accuse incrociate, repliche, precisazioni e denunce. Continua a leggere su Roma Today

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fontana di Trevi: "Percorsi per i turisti senza possibilità di fermarsi"

Today è in caricamento