Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica Milano

Formigoni condannato: sequestrati beni per 6,6 milioni di euro

Dopo la condanna a sei anni per corruzione, all'ex governatore è stato confiscato un vero e proprio patrimonio

MILANO - Ammonta a 6,6 milioni di euro il totale della somme confiscate a Roberto Formigoni dal Tribunale di Milano che ha condannato l'ex governatore lombardo a 6 anni per corruzione per il presunto giro di tangenti intorno allla Fondazione Salvatore Maugeri di Pavia. 

I BENI CONFISCATI - Tra i beni confiscati all'ex governatore, anche il 50% della villa di Arzachena, sulla Costa Smeralda, in Sardegna. Un immobile che - stando all'accusa - sarebbe stato acquistato al prezzo di 3 milioni di euro (con Formigoni che avrebbe messo sul piatto 1 milione) per poi essere destinato ad Alberto Perego (assolto da tutte le accuse), storico amico dell'ex governatore nonché suo convivente all'interno della comunità dei Memores Domini (associazione cattolica laicale basata sui precetti di povertà, castità e obbedienza).

DACCO E MAUGERI - La confisca più alta è stata disposta per il presunto faccendiere Pierangelo Daccò: oltre 23 milioni di euro. Pari invece a 15,9 milioni i beni confiscati all'ex assessore alla sanità Antonio Simone, mentre l'ex direttore finanziario della Fondazione Maugeri, Costantino Passerino, si è visto confiscare beni fino a 8 milioni di euro.

FORMIGONI INTERDETTO - L'ex presidente della giunta regionale è stato inoltre condannato a 6 anni di interdizione dai pubblici uffici, mentre per Daccò e Simone è stata disposta l'interdizione perpetua. Il Tribunale ha inoltre dichiarato Formigoni, Daccò, Simone e Passerino incapaci di contrattare con la Pubblica Amministrazione per un periodo di 3 anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formigoni condannato: sequestrati beni per 6,6 milioni di euro

Today è in caricamento