Lunedì, 19 Aprile 2021
Italia

Giulia Grillo, medico legale fedelissima di Di Maio, è il nuovo ministro della Salute

A Montecitorio dal 2013, a marzo 2018 è stata eletta capogruppo del M5s alla Camera, su indicazione di Di Maio

Il ministro della Salute Giulia Grillo Quirinale durante il giuramento del nuovo governo Conte, Roma 1 giugno 2018. ANSA/GIUSEPPE LAMI

Giulia Grillo è il nuovo ministro della Salute nel neonato governo Conte. Siciliana, classe '75, (non è parente di Beppe Grillo) professione medico legale, nel 2013 entra a Montecitorio con il M5S e siede in Commissione Affari Sociali per tutta la legislatura. Nell'arco dei 5 anni deposita 4 proposte di legge e 213 atti di indirizzo e controllo alla Camera.

Chi è Giulia Grillo

Col tempo si guadagna la fiducia del capo politico Luigi Di Maio ed entra nella cerchia dei fedelissimi del leader 5 Stelle.      

Il 27 marzo 2018 Grillo viene infatti eletta capogruppo M5S alla Camera, su indicazione di Di Maio. L'obiettivo della parlamentare grillina, come si legge nella scheda personale pubblicata sulla piattaforma Rousseau, è "concretizzare una sanità pubblica, giusta, efficiente e accessibile attraverso un adeguato finanziamento, una seria programmazione, una revisione della governance farmaceutica" e "un potenziamento dei servizi di assistenza territoriale".

Chi è il nuovo ministro della Salute

Grillo è stata tra i più convinti oppositori del "decreto Lorenzin" che introdusse l'obbligo vaccinale per bambini e ragazzi che frequentano la scuola dell’obbligo. 

Giulia Grillo non è antivaccinista e in più occasioni ha riconosciuto l’importanza dei vaccini: non ritiene però che debba esistere un obbligo come quello introdotto dal provvedimento che è in vigore dallo scorso anno ed è stato adottato per riportare entro i limiti di sicurezza le coperture vaccinali, indispensabili per evitare epidemie di malattie pericolose e facilmente trasmissibili come il morbillo.

Sia nel periodo dell’approvazione del decreto, sia in quello della sua trasformazione in legge, Giulia Grillo è stata estremamente critica nei confronti di Lorenzin e del governo, accusandoli di non avere lavorato adeguatamente negli anni precedenti per evitare la riduzione delle coperture vaccinali.

Grillo in questi anni si è interessata di frequente al problema delle assunzioni e della mancanza di personale in ambito sanitario, con un ridotto ricambio generazionale.

Lo scorso anno Grillo ha ottenuto l’approvazione di una mozione per chiedere al ministero della Salute di applicare leggi già vigenti, ma mai pienamente attuate, per garantire l’erogazione dei servizi sanitari entro i limiti massimi stabiliti e per rendere più organizzato e tracciabile il sistema delle prenotazioni delle visite. Grillo è tornata in più occasioni su questo tema che dovrebbe essere quindi centrale nella sua attività.

Nasce il governo Lega-5stelle. La lista dei ministri

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giulia Grillo, medico legale fedelissima di Di Maio, è il nuovo ministro della Salute

Today è in caricamento