rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Politica

Governo Pd-M5s, il Conte bis è vicino: "L'Italia dà una seconda possibilità al signor Nessuno"

L'editoriale di Bloomberg: "Conte ha guidato una coalizione instabile composta da due partiti molto diversi tra loro che è collassata lo scorso mese. Oggi avrà la possibilità di formarne una seconda. Che potrebbe rivelarsi non più stabile della precedente"

"Giuseppe Conte ha guidato una coalizione instabile composta da due partiti molto diversi tra loro che è collassata lo scorso mese. Oggi avrà la possibilità di formarne una seconda. Che potrebbe rivelarsi non più stabile della precedente". E' quanto si legge in un editoriale di Bloomberg dal titolo "L'Italia dà una seconda possibilità al signor Nessuno".

Conte, prosegue Bloomberg, avrà l'incarico di formare un governo sostenuto da PD e M5S "due rivali di vecchia data che hanno molto poco in comune se non il desiderio di evitare elezioni anticipate".

Ma Conte, riconosce Bloomberg, "ha almeno il sostegno degli investitori che hanno spinto i rendimenti a minimi record sulla prospettiva di un suo nuovo mandato" e ha incassato la fiducia di alcuni leader e di Donald Trump.

Renzi: "Io non sto brindando a champagne"

"Io non sto brindando a champagne, ma di fronte a uno stato d'emergenza credo sia una priorità evitare l'aumento dell'Iva e poi mettere al Viminale un ministro dell'Interno, non un influencer che spargeva odio. Si tratta di ridare credibilità a un Paese, credibilità che il governo Conte non ha dato. Se noi votiamo contro questo governo gli itlaiani pagano mille euro in più di tasse e la crisi economica si farebbe sentire molto di più". Lo ha detto Matteo Renzi, ospite di Zapping su Rai RadioUno. "Mi sono guardato allo specchio e mi sono chiesto se potevo dare la fiducia a questo governo e mi sono detto sì; mi sono chiesto se potevo farne parte, e ho detto no". Di Maio vicepremier? "Decideranno Mattarella, Conte e chi farà le proposte: Di Maio per il M5s e Zingaretti per il Pd".

Governo Pd-M5s: ""Solo maschi nel carosello dei totoministri"

"Solo maschi nel carosello di nomi del governo. Sono spaventata". A lanciare l'allarme è la senatrice della Svp, Julia Unterberger, che, intervistata dal 'Corriere della Sera', spiega: "Appartengo alla cultura tedesca. In Germania la cancelliera è donna. E ora anche la presidente della Commissione europea. Non chiedo tanto, ma... Qui è l'estremo opposto. Non pretendo la metà della rappresentanza femminile. Ma il 35-40% sì ". E aggiunge: "dalla Lega lo immaginavo. Dal Pd no. Mi meraviglia che le donne di sinistra non parlino".

Sulla presenza tra i nomi che circolano dell'attuale ministro della Salute Giulia Grillo e della vicesegretaria del Pd Paola Micheli la senatrice sottolinea: "vedremo. Se vogliamo che la società cambi, le donne devono avere incarichi di vertice in economia, nel lavoro, non solo nel sociale, dove sono relegate". E quanto ai i provvedimenti auspicati in favore delle donne: "dal congedo all'80% dei padri svedesi, ai diritti delle casalinghe divorziate tedesche: se il marito non paga il mantenimento in una settimana il giudice vende la sua macchina. Dubito però che mi faranno ministro della Famiglia", conclude Unterberger.

Salvini, l'agosto "nero" che ha cambiato tutto: fuori dal Viminale e pressato da Forza Italia

conte ansa-4

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Governo Pd-M5s, il Conte bis è vicino: "L'Italia dà una seconda possibilità al signor Nessuno"

Today è in caricamento