rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Sì del Cdm

Arrivano gli incentivi per i contatori intelligenti

Lo prevede il ddl concorrenza approvato dal Consiglio dei ministri. Nel provvedimento ci sono anche norme che riguardano le concessioni degli spazi per i venditori ambulanti. Tutte le novità

Via libera del Consiglio dei ministri di oggi, giovedì 20 aprile, al disegno di legge annuale sulla concorrenza. La notizia è ufficializzata dal ministero delle Imprese e del Made in Italy con una nota. Il provvedimento prevede, tra le altre cose, incentivi per i cosiddetti "contatori intelligenti" e norme sulle concessioni ai venditori ambulanti.

Il ministero si sottolinea che il ddl "si inserisce a pieno titolo nel quadro delle misure e degli interventi di attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza' sotto un duplice profilo: in primo luogo, l'approvazione annuale di una legge sulla concorrenza' rientra tra gli impegni assunti nell'ambito dello stesso Pnrr; in secondo luogo, il disegno di legge contiene una serie di norme volte ad assicurare il raggiungimento di alcune 'milestone' fissate nel quadro del Piano".

Balneari, gli occhi di Bruxelles sull'Italia: "Meloni rispetterà la legge europea"

Tra i provvedimenti annunciati nel ddl il potenziamento e la pianificazione dello sviluppo della rete elettrica nazionale ma anche una norma per la promozione dell'utilizzo dei ''contatori intelligenti'' (smart meters), "allo scopo di favorire il risparmio energetico e il contenimento del prezzo dell'energia elettrica". 

Il ddl interviene anche sulle concessioni di spazi su aree pubbliche per il commercio al dettaglio. "In particolare - si legge nella nota - si prevede l'assegnazione delle concessioni tramite gare a evidenza pubblica, a partire sin da subito dai posteggi non ancora assegnati, salvaguardando il legittimo affidamento degli attuali concessionari che potranno godere di un rinnovo delle attuali concessioni in via eccezionale per 12 anni. La disposizione riporta la disciplina nel quadro delle regole europee, affermando che le concessioni di posteggio per l'esercizio del commercio su aree pubbliche sono rilasciate per una durata di dieci anni. In tal senso, sono previsti i seguenti parametri: specifiche clausole sociali volte a promuovere la stabilità occupazionale del personale impiegato; la valorizzazione dei requisiti dimensionali della categoria della microimpresa; un numero massimo di concessioni di cui ciascun operatore può essere titolare, possessore o detentore".

Nel ddl Concorrenza "è prevista altresì l'introduzione del processo di 'cold ironing' che consente lo spegnimento dei motori navali durante l'ormeggio in porto, senza però far venir meno l'erogazione di energia, e assicurando una migliore qualità dell'aria per il centro abitato vicino al porto. Si provvede, poi, a promuovere una maggiore concorrenza e capacità di scelta in ambito farmaceutico, senza diminuire la qualità dei servizi e dei prodotti offerti all'utenza, anche al fine di avviare un processo di riduzione dei prezzi praticati nei relativi mercati. Infine, sono introdotte disposizioni per il rafforzamento e la razionalizzazione dei poteri di accertamento e sanzionatori dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato (AGCM), potenziando allo stesso tempo le garanzie di difesa dei soggetti interessati dai procedimenti. La disposizione normativa è volta ad attribuire all'Autorità tutte le funzioni di cui al regolamento Ue "Digital Markets Act", relativo alla disciplina dei mercati equi e contendibili nel settore digitale".

Il ministro Adolfo Urso definisce l'ok  "una prassi virtuosa, sin qui priva di riscontri nella recente storia legislativa italiana: finora la legge, infatti, non era mai stata approvata per due anni consecutivi. In quindici anni, dal 2009, è stata realizzata solo due volte nel 2017 e appunto nel 2022. Questa è la terza".

Nel ddl concorrenza restano invece fuori, come annunciato dallo stesso Urso, ragionamenti sui balneari. L'ipotesi di un inserimento era circolata dopo la decisione della Corte di Giustizia dell'Ue che con una sentenza ha stoppato i rinnovi automatici delle concessioni di occupazione delle spiagge italiane.

Continua a leggere su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrivano gli incentivi per i contatori intelligenti

Today è in caricamento